Sciopero treni, aerei e autostrade: weekend a rischio per i viaggiatori

Annunciato uno sciopero dei treni per il 21 e 22 luglio: sia Ferrovie dello Stato che NTV Italo e Trenord hanno aderito alla protesta che si aggiunge a quella del personale Enav e del gruppo Autostrade per l’Italia.

Sciopero treni, aerei e autostrade: weekend a rischio per i viaggiatori

Nel weekend è in programma uno sciopero dei treni; lo ha annunciato Ferrovie dello Stato, specificando che alcuni dipendenti appartenenti alle sigle sindacali autonome incroceranno le braccia per 24 ore, mettendo a rischio sia i viaggi in programma per sabato 21 luglio che quelle del giorno successivo.

Quello che sta per arrivare, quindi, sarà un weekend a rischio per chi deve partire per le vacanze; lo sciopero di Ferrovie dello Stato, infatti, non è l’unico in programma per il fine settimana poiché a questo si aggiunge quello dei treni Italo e quello dei controllori di volo e di tutto il personale Enav che metterà a rischio i viaggi in aereo.

Di seguito le informazioni su tutti gli scioperi dei trasporti in programma sabato e domenica 21 e 22 luglio, con la speranza che questi non pregiudichino le partenze per coloro che da tempo hanno prenotato una vacanza estiva.

Ferrovie dello Stato annuncia uno sciopero dei treni

Il Gruppo FS ha annunciato uno sciopero dei treni per il weekend; nel dettaglio, i dipendenti appartenenti alle sigle sindacali autonome incroceranno le braccia dalle 21:00 di sabato 21 luglio alle 20:59 del giorno successivo, domenica 22 luglio.

Quindi potrebbero essere disagi per coloro che hanno in programma di spostarsi in treno nel weekend; la speranza è che lo sciopero abbia delle dimensioni contenute visto che - come si legge nel comunicato diramato da Ferrovie dello Stato - la protesta è stata proclamata dalle sigle sindacali autonome alle quali hanno aderito la minoranza dei lavoratori.

Lo sciopero di Ferrovie dello Stato non sarà l’unico che interesserà il settore ferroviario nel weekend. A questo, infatti, si aggiunge quello di NTV Italo e di Trenord; entrambi avranno inizio alle 21:00 del 21 luglio e si prolungheranno fino alle 20:59 del giorno dopo, così come lo sciopero annunciato dal Gruppo FS.

Questo perché tutti e tre gli scioperi sono stati proclamati dal sindacato CAT (Coordinamento Autorganizzato Trasporti) il quale ha scelto di scioperare a causa di alcuni provvedimenti previsti dal nuovo contratto per i dipendenti NTV, come ad esempio:

  • non prevista la pausa pranzo nelle fasce orario del pranzo e della cena;
  • prolungamento dell’orario di lavoro a 11 o 12 ore, rispettivamente per 8 o 5 volte al mese;
  • programmazione del lavoro su base quadrimestrale e non sul mese;
  • possibilità di revocare unilateralmente le ferie;
  • programmazione dei servizi con assenza dalla residenza fino a 30 ore.

Teoricamente quindi alla base dello sciopero dei treni sta il contratto di NTV; come si legge nel comunicato CAT, però, è stato deciso di estendere la protesta anche ai dipendenti di Ferrovie dello Stato e Trenord perché tutto questo nella realtà riguarda tutto il mondo ferroviario di cui Italo fa parte.

Proteste anche nel settore aereo

A rischio anche le partenze per chi ha in programma un viaggio in aereo. Come anticipato, infatti, per tutta la giornata di sabato 21 luglio, è previsto uno sciopero dei controllori di volo e del personale ENAV.

Lo sciopero del settore aereo però avrà una partecipazione maggiore di quello dei trasporti ferroviari: a questo, infatti, hanno aderito tutte le sigle sindacali CGIL, CISL, UIL, FIT, UGL-TA e coinvolgerà i dipendenti impiegati negli aeroporti di Roma (sia Fiumicino che Ciampino), Milano, Venezia, Padova, Lamezia Terme, Catania, Palermo e Cagliari.

A questo si aggiunge lo sciopero del personale Vueling che contribuirà ad aumentare i disagi preannunciati per la giornata del 21 luglio.

Proteste anche per il settore autostradale

Se sabato 21 sarà una giornata nera per i trasporti, domenica 22 luglio non sarà da meno. Oltre allo sciopero dei treni, infatti, bisogna segnalare quello al quale ha aderito il personale della rete Aspi-Autostrade per l’Italia, proclamato dai sindacati Filt CGIL, FIT Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl.

Lo sciopero sarà così organizzato:

  • dalle 10:00 alle 14:00 di domenica 22 luglio;
  • dalle 18:00 di domenica 22 luglio alle 02:00 di lunedì 23 luglio.

La protesta interesserà il personale turnista degli esattori del pedaggio, degli impianti, del centro radio informativo e degli ausiliari alla viabilità; insomma, non ci resta che incrociare le dita e sperare che le proteste del settore trasporti in programma per il weekend non comportino disagi per le partenze e per i rientri dalle vacanze estive.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Sciopero

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.