Sbattere tappeti e tovaglie in condominio è vietato?

Isabella Policarpio

19 Febbraio 2021 - 16:04

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Si possono sbattere tappeti, tovaglie e coperte dal balcone? Cosa dicono le regole di condominio? Ecco come è giusto comportarsi, quando è vietato e cosa si rischia.

Sbattere tappeti e tovaglie in condominio è vietato?

Sbattere tappeti, tovaglie, lenzuola e coperte dal balcone in condominio è vietato oppure no? E cosa rischia chi lo fa e infastidisce gli inquilini del piano di sotto? Chiunque abita in un condominio si sarà fatto queste domande almeno una volta.

Ebbene sbattere tappeti e tovaglie in linea di massima è un comportamento consentito, a meno che il rumore provocato non disturbi la quiete altrui oppure provochi la caduta di oggetti pericolosi o tali da danneggiare l’edificio (ad esempio con sporcizia e avanzi alimentari).

Bisogna, poi, vedere se il regolamento condominiale preveda specifiche regole comportamentali al riguardo che, in tal caso, saranno vincolanti per tutti i condomini. Spesso le misure adottate dal condomino sono più severe di quanto stabilito dalla legge.

Sbattere tappeti e tovaglie in condominio: a che ora si può fare?

Come abbiamo anticipato, sbattere tappeti, tovaglie, cuscini e altro ancora dal balcone è consentito, a meno che non sia espressamente vietato dal regolamento di condominio per ragioni di decoro.

Unico limite è il disturbo della quiete altrui provocato dal rumore. Per questa ragione tappeti, tovaglie e coperte si dovrebbero sbattere fuori dalla fascia oraria del silenzio (dalle 22.00 alle 08.00), quando tutti i condomini sono tenuti a limitare il disturbo acustico.

Questo non vuol dire che negli orari non compresi nella fascia del silenzio si possa fare rumore, ma la giurisprudenza ammette l’innalzamento del criterio della “normale tollerabilità”.

Difficile - ma non impossibile - immaginare la configurazione del reato di “disturbo della quiete pubblica” (articolo 659 del Codice penale) per coloro che sbattono coperte, tovaglie e tappeti dal balcone, dato che le sanzioni scattano soltanto se il rumore viene percepito da un numero indeterminato di persone. In altre parole non c’è reato se gli unici ad essere disturbati da questo comportamento sono i vicini di pianerottolo o gli inquilini al piano di sotto.

Caduta oggetti pericolosi, polvere e residui di cibo

Discorso a parte per la possibilità di far cadere oggetti pericolosi, polvere e sporcizia varia da tappeti, coperte e tovaglie. Secondo alcuni questo comportamento potrebbe integrare il reato di “Getto pericoloso di cose” (articolo 674 del Codice penale) anche se la giurisprudenza più recente ritiene il contrario.

Secondo la sentenza n. 27625 del 11 agosto 2012:

“lo sbattimento di qualche tappeto e lo scuotimento di qualche tovaglia non integra la condotta penalmente rilevante, per l’impossibilità di causare imbrattamenti e molestie alle persone, secondo la formulazione letterale della disposizione incriminatrice.”

Dunque si esclude, anche in questo caso, che la condotta in esame sia penalmente rilevante, anche qualora fosse espressamente vietata dal regolamento condominiale.

Argomenti

# Regole

Iscriviti alla newsletter

Money Stories