Rottamazione e rateizzazione cartelle: nuova domanda entro il 31 dicembre 2021

Anna Maria D’Andrea

4 Dicembre 2020 - 16:43

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Rottamazione delle cartelle, nuova rateizzazione per i decaduti dalla definizione agevolata: a fornire chiarimenti è l’Agenzia delle Entrate Riscossione. La scadenza per fare domanda è fissata al 31 dicembre 2021.

Rottamazione e rateizzazione cartelle: nuova domanda entro il 31 dicembre 2021

Rottamazione, nuova chance di rateizzazione delle cartelle per i decaduti dalla definizione agevolata. L’AdER pubblica le FAQ sul decreto Ristori quater.

La scadenza per fare domanda di rateizzazione delle cartelle è fissata al 31 dicembre 2021.

Una possibilità che però viene concessa ai decaduti dalla prima e dalla seconda rottamazione delle cartelle, come già previsto dal decreto Rilancio per i decaduti dalla pace fiscale (rottamazione ter e saldo e stralcio).

L’opportunità di pagare i debiti maturati a rate viene concessa nuovamente anche ai decaduti da precedenti piani di rateizzazione.

Rottamazione e rateizzazione cartelle: nuova domanda entro il 31 dicembre 2021

Le novità in materia di rateizzazione delle cartelle sono uno dei punti centrali del decreto Ristori quater. L’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori chiarimenti sulle novità introdotte con le FAQ aggiornate il 4 dicembre 2020.

Per quel che riguarda le domande di rateizzazione, le novità sono due:

  • possono accedere ad un nuovo piano di dilazione i contribuenti decaduti da precedenti rateizzazioni, prima della sospensione prevista dal decreto Cura Italia. La nuova richiesta non è subordinata al pagamento delle rate arretrate;
  • la rateizzazione delle cartelle apre inoltre ai decaduti dalle precedenti rottamazioni (decreto n. 193/2016 e 148/2017), che potranno richiedere di pagare l’importo residuo a rate, in deroga al divieto previsto in via ordinaria.

In ambedue i casi, il decreto Ristori quater fissa una scadenza ampia: il termine ultimo per fare domanda è fissato al 31 dicembre 2021.

Una novità che, ricordiamo, si affianca a quanto già disposto dal decreto Rilancio, che consente di accedere alla rateizzazione dei debiti oggetto di rottamazione ter o di saldo e stralcio delle cartelle per i decaduti in seguito al mancato pagamento delle rate in scadenza nel 2019.

Rateizzazione delle cartelle, si decade dopo il mancato pagamento di 10 rate

Anche per le domande di rateizzazione presentate fino al 31 dicembre 2021, il decreto Ristori quater conferma la possibilità di beneficiare di un periodo più lungo per la decadenza.

Sarà dopo 10 (e non 5) rate non pagate, anche non consecutive, che il piano di pagamento rateale accordato verrà meno.

Tale misura, spiega l’Agenzia delle Entrate Riscossione, era già stata disposta dai precedenti decreti per i piani di dilazione in essere alla data dell’8 marzo 2020 e per i provvedimenti di accoglimento delle richieste presentate fino al 31 dicembre 2020.

Agenzia delle Entrate Riscossione - FAQ decreto Ristori quater
Scarica i chiarimenti dell’ADER del 4 dicembre 2020 sul rinvio della rottamazione e sulle novità in materia di rateizzazione delle cartelle

Iscriviti alla newsletter

Money Stories