Risparmio: Buoni Postali, Fondi o PAC?

Cristiana Gagliarducci

01/10/2017

01/10/2017 - 09:31

condividi

Come risparmiare soldi? Di seguito strumenti utili per fare un po’ di economia: Buoni Postali, Fondi e PAC

Risparmio: Buoni Postali, Fondi o PAC?

Come risparmiare un po’ di soldi? Il numero di strumenti disponibili sul mercato è piuttosto ampio.

Nelle righe che seguiranno, però, l’analisi si concentrerà soltanto su tre di questi strumenti, o meglio idee, volte a risparmiare soldi. Stiamo parlando dei buoni fruttiferi postali (Bfp), dei fondi pensione e dei piani di accumulo capitale (Pac).

Nonostante il numero degli strumenti disponibili sul mercato sia davvero elevato, alcune idee potrebbero essere più consigliabili delle altre. Capire come risparmiare soldi, infatti, è un’attività che richiede di esaminare diversi fattori tra cui il rischio dell’investimento, le spese da esso derivanti, il rendimento e anche l’orizzonte temporale dello stesso.

Ciò detto, cerchiamo di comprendere al meglio come risparmiare soldi grazie ai buoni fruttiferi postali (Bfp), ai fondi pensione e ai piani di accumulo capitale.

Come risparmiare soldi con i Bfp

I buoni fruttiferi postali emessi da Cassa Depositi e Prestiti sono degli investimenti piuttosto sicuri in quanto permettono di ottenere il ritorno del capitale iniziale al 100% dato che sono garantiti dallo Stato Italiano. Essi non sono soggetti a regime di tassazione ma la quota di iscrizione ammonta a 50 euro.

In altre parole i Bfp restituiscono alla scadenza il 100% del capitale investito maggiorato degli interessi maturati. I rendimenti variano in base al tipo di emissione e alla data di rimborso. C’è comunque da dire che, proprio per la loro caratteristica sicurezza, i Bfp non offrono rendimenti elevati in quanto il rischio è praticamente minimo.

Clicca qui per una guida completa sui buoni fruttiferi postali

Come risparmiare soldi con i fondi pensione

Un altro strumento utile per risparmiare soldi è quello dei fondi pensione, sempre più utilizzati da parte di coloro che vogliono avere un tipo di contribuzione integrativa. Essi rappresentano un investimento volto a garantire, al termine della vita lavorativa, un reddito aggiuntivo rispetto alla classica pensione erogata dall’Inps.

Si ricordi che i contributi versati dai soggetti Irpef a tali forme di previdenza complementare sono deducibili dal reddito dichiarato fino a un importo massimo annuo pari ad €5.164,57.

É prevista anche la possibilità di chiedere ad esempio riscatti o anticipi sui fondi pensione, anche se per ottenere il via libera occorrerà osservare il manifestarsi di alcune condizioni - il fondo pensione non potrà essere riscattato per andare in vacanza, ma ad esempio per l’acquisto di una casa o anche per finanziare gli studi.

Clicca qui per una guida completa sui fondi pensione

Come risparmiare soldi con i Pac

I Pac sono i già citati piani di accumulo capitale che permettono al risparmiatore di investire, di sottoscrivere un fondo comune o ETF, tramite pagamento frazionato. Hanno una durata minima di un anno e una durata massima di 40 anni.

In sintesi: come risparmiare soldi con i Pac? Semplicemente automatizzando l’investimento, rendendolo periodico e costante e abbattendo di conseguenza la possibilità di spendere tutti i risparmi in altri strumenti meno fruttuosi.

Clicca qui per una guida completa sui Pac

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it