Tessera sanitaria scaduta: come fare il rinnovo

Se la tessera sanitaria è scaduta l’Agenzia delle Entrate invia immediatamente un nuovo tesserino. In caso di ritardo, però, è bene rivolgersi alla Asl competente sul territorio.

Tessera sanitaria scaduta: come fare il rinnovo

In caso di tessera sanitaria scaduta è bene procedere il prima possibile con il rinnovo.

Infatti, anche se apparentemente può sembrare un documento di scarsa utilità, la tessera sanitaria ha diverse funzioni. Ad esempio, la tessera sanitaria viene richiesta dalla farmacia per l’emissione dello scontrino parlante utile ai fini della detrazione Irpef per l’acquisto di medicinali; questa poi assolve la funzione di codice fiscale, oltre a poter essere utilizzata fuori dall’Italia per ottenere gratuitamente i servizi sanitari negli altri Paesi dell’Unione Europea. Ecco perché prima di partire per un viaggio in Europa vi consigliamo sempre di controllare che la tessera sanitaria non sia scaduta, così da poterla utilizzare in caso di necessità.

Per tutti questi motivi è importante capire come fare il rinnovo della tessera sanitaria; a tal proposito, se ti sei accorto che per la tua tessera fiscale siamo ormai vicini alla data di scadenza, in questo articolo troverai tutte le informazioni utili su come fare il rinnovo e su come comportarti nel caso in cui il nuovo tesserino non dovesse arrivare entro la data di scadenza.

Tessera sanitaria scaduta: quali conseguenze?

La tessera sanitaria è un documento personale di colore celeste che riporta il codice fiscale ed è in genere dotato di chip. Viene rilasciata a tutti i cittadini titolari di codice sanitario e aventi diritto all’assistenza sanitaria da parte del Servizio Sanitario Nazionale.

La validità della tessera sanitaria è di 6 anni dalla data di emissione, mentre per i nuovi nati a cui viene attribuito il codice fiscale la tessera sanitaria ha validità 1 anno. Nel dettaglio, la data di scadenza è indicata sia sul fronte (in basso a sinistra) che sul retro (in basso a destra) del tesserino.

Prima della data di scadenza, in genere, l’Agenzia delle Entrate provvede a spedirne una nuova, ma perché questo accada il cittadino deve avere l’assistenza sanitaria attiva. Per quanto riguarda il permesso di soggiorno, la scadenza della tessera sanitaria coincide con la scadenza di quest’ultimo.

In ogni caso non vi preoccupate: la tessera sanitaria scaduta è valida come certificazione del codice fiscale e il diritto alla prestazione a carico del Servizio Sanitario Nazionale è comunque garantito. Strutture sanitarie e farmacie, infatti, rilasceranno comunque il cosiddetto scontrino parlante. Solo se il cittadino deve recarsi all’estero e non ha ancora ricevuto la nuova tessera sanitaria deve provvedere, prima della partenza, a farsi rilasciare dalla propria Asl il certificato sostitutivo TEAM (Tessera Europea Assicurazione Malattia).

Per avere maggiori dettagli sulla tessera sanitaria e codice fiscale ci si può rivolgere al numero verde dell’Agenzia delle Entrate 800.030.070.

Rinnovo tessera sanitaria scaduta

Come anticipato la tessera sanitaria viene rilasciata a tutti i cittadini titolari di codice fiscale che hanno diritto all’assistenza da parte del Servizio Sanitario Nazionale e a tutti i nuovi nati a cui è stato attribuito il codice fiscale. L’invio della tessera sanitaria per i nuovi nati avviene automaticamente e ha validità di 1 anno.

La tessera sanitaria è valida 6 anni per gli assistiti ASL, mentre per i cittadini stranieri con permesso di soggiorno in scadenza o limitato, la tessera sanitaria ha validità solo per il periodo di permanenza in Italia.

Se si sta avvicinando la data di scadenza della nostra tessera sanitaria non dovremo fare niente, perché sarà l’Agenzia delle Entrate a spedircela in busta chiusa direttamente a casa nostra. Infatti, alla sua scadenza, l’invio della nuova tessera sanitaria è generato automaticamente non appena l’Asl comunica i dati di assistenza al Sistema TS.

Se invece la tessera sanitaria non è scaduta, bensì è andata persa, dovrete richiedere un duplicato (qui le istruzioni per farlo).

Cosa fare se la nuova non arriva

Nell’eventualità in cui la nuova tessera sanitaria non dovesse essere recapitata, ci possiamo rivolgere all’Asl più vicina che provvederà immediatamente a rilasciare un certificato provvisorio sostitutivo in attesa dell’invio di una nuova tessera sanitaria originale da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Come abbiamo detto, la tessera sanitaria viene inviata automaticamente al cittadino, ma può capitare anche che l’interessato non abbia mai ricevuto la tessera sanitaria. I motivi possono essere di varia natura, come ad esempio errori al codice fiscale. Se quest’ultimo non è corretto bisogna rivolgersi agli uffici dell’Agenzia delle Entrate e richiederlo mostrando un documento d’identità valido.

Nel caso in cui il problema non fosse dovuto al codice fiscale, sarà opportuno recarsi presso la propria Asl di appartenenza e risolvere il problema. La prima cosa da fare, in ogni caso, è quella di controllare se si è iscritti alla Asl e se i dati di assistenza sono stati inviati telematicamente al Sistema TS.

Inoltre, chi vuole controllare online lo stato di emissione della sua tessera sanitaria può farlo su questo portale nella sezione “Per vedere lo stato della mia Tessera Sanitaria”, ricordandosi di avere a portata di mano il codice fiscale.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Tessera Sanitaria

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.