Reddito di cittadinanza anche nel decreto Sostegno: novità in arrivo?

Teresa Maddonni

15/01/2021

08/03/2021 - 09:08

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il reddito di cittadinanza entra anche nel decreto Sostegno (ex Ristori 5) per dare un aiuto a chi è maggiormente in difficoltà. Novità in arrivo?

Reddito di cittadinanza anche nel decreto Sostegno: novità in arrivo?

Il reddito di cittadinanza entra nel decreto Sostegno (ex Ristori 5). La novità è che il reddito di cittadinanza sarà nel decreto Sostegno in termini di risorse stanziate per la misura, 1 miliardo di euro, ma d’altronde questa era già la notizia trapelata settimane fa quando si parlava di Ristori 5 durante il governo Conte.

Ora arriva la conferma dopo l’incontro avvenuto qualche giorno fa tra il ministro del Lavoro Andrea Orlando e il ministro dell’Economia Daniele Franco.

Non solo reddito di cittadinanza perché, come anticipato dal vecchio governo Conte, dovrebbe esserci nel decreto Sostegno anche il reddito di emergenza.

Reddito di cittadinanza nel decreto Sostegno: cosa prevede

Il reddito di cittadinanza entra nel decreto Sostegno. Ma cosa prevede? Al momento uno stanziamento di risorse da destinare alla misura, 1 miliardo di euro dello scostamento di bilancio da 32 miliardi.

Il miliardo del decreto Sostegno per il reddito di cittadinanza si aggiunge così ai 4 miliardi previsti dalla Legge di Bilancio 2021. Il motivo? Senza ombra di dubbio la decisione di destinare nuove risorse al reddito di cittadinanza con il decreto Sostegno deriva dalla crisi sociale ed economica legata all’emergenza Covid e all’aumento dei beneficiari del reddito di cittadinanza nell’ultimo anno a questa legato.

I beneficiari della misura siano aumentati nel 2020 anche per il rinnovo allo scadere delle prime 18 mensilità iniziali.

Infatti proprio i dati di INPS di dicembre 2020 mostrano che il reddito di cittadinanza, le cui prime richieste di rinnovo sono arrivate a ottobre, è stato rinnovato al 98% dei richiedenti.

Le persone coinvolte, secondo i dati INPS a metà dell’ultimo mese dell’anno e beneficiari quindi del reddito di cittadinanza sono 2,8 milioni, cui corrispondono 1,2 milioni di nuclei familiari. D’altronde l’aumento dei titolari del reddito di cittadinanza era stato registrato già al termine del primo semestre del 2020 e potrebbe ancora aumentare quest’anno.

Gli ultimi dati ISTAT fotografano inoltre un Paese in cui sono aumentati i poveri. Il reddito di cittadinanza quindi deve essere rifinanziato, ma ci sono anche ipotesi per modificarlo e migliorarlo cui il governo starebbe pensando, come per esempio renderlo meno penalizzante per le famiglie più numerose.

Reddito di cittadinanza nel decreto Sostegno: anche il REM?

Se il reddito di cittadinanza trova spazio in termini di risorse disponibili nel prossimo decreto Sostegno, ci sarà anche il reddito di emergenza? Al momento non si sa bene in che termini potrebbe essere pensato un reddito di emergenza per il 2021, ma pare che sia confermata la sua proroga.

Precedenti indiscrezioni, quelle che facevano capo al vecchio governo e al vecchio decreto Ristori 5, parlavano di un reddito di emergenza 2021 come proroga delle mensilità già previste, quindi due, il che potrebbe essere confermato.

Nel decreto Sostegno dovrebbero entrare anche un bonus di 1.000 euro per gli stagionali e altre categorie, il congedo parentale per i genitori con i figli in Dad e la proroga del blocco dei licenziamenti fino a fine giugno, come anche la cassa integrazione per tutto il 2021.

I dettagli sul decreto Sostegno sono pochi, per quelli bisognerà attendere i prossimi giorni.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories