Recovery Fund: cosa deve fare l’Italia, secondo Ursula von der Leyen

Violetta Silvestri

28 Novembre 2020 - 15:56

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ursula von der Leyen ha consigliato all’Italia cosa fare davvero per non sprecare l’opportunità del Recovery Fund. Le sue parole al Belpaese

Recovery Fund: cosa deve fare l'Italia, secondo Ursula von der Leyen

L’Italia non può sprecare l’opportunità delle risorse del Next Generation EU.

Questo il senso del discorso della presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Bocconi di Milano.

Il meglio noto Recovery Fund sarà un banco di prova per il sistema Paese, così colpito e indebolito dalla crisi da pandemia: la prova per l’Italia è di sapersi reinventare, entrando seriamente nel “gioco” delle riforme.

Cosa ha detto la von der Leyen sull’Italia e sulle aspettative di rinnovamento con il Next Generation EU?

Ursula von der Leyen: Italia alla prova con il Recovery Fund

Il futuro dell’Italia dipende solo da se stessa e dalla sua capacità di mettersi in gioco: in un momento così cruciale per il Paese, alle prese con la necessità di ricostruire l’ottimismo dopo la depressione economica da Covid, la nazione italiana è osservata speciale.

Sarà in grado di risorgere grazie alla storica spinta che l’Europa darà con le risorse del Next Generation EU? Questo il senso del discorso della von der Leyen allo Stato italiano.

Intervenendo in occasione dell’inaugurazione della Bocconi, la presidente della Commissione Europea non ha usato mezzi termini per spronare il Paese:

“Con il Next Generation EU l’Italia può reinventarsi ancora una volta...è un’opportunità per decidere come dovrà essere il suo futuro. Questa è la posta in gioco..Next Generation EU porterà un’ondata senza precedenti di investimenti pubblici per l’economia italiana, ma questo solo se l’Italia entra in gioco”

Come centrare l’obiettivo? Due le strade da percorrere secondo la von der Leyen, che l’Italia dovrà essere in grado di tracciare senza troppi intoppi: volontà di riforme e approccio strategico agli investimenti. Il primo punto è stato così delineato:

“Le riforme sono la base per la ripresa....Penso, ad esempio, ad accelerare il sistema giudiziario e la Pubblica amministrazione. Questo è essenziale per attrarre investimenti e dare fiducia alle imprese..e i giovani italiani hanno bisogno dell’opportunità di trovare un lavoro buono e gratificante. Troppi giovani laureati scelgono di lasciare il Paese perché non riescono a trovare il lavoro che meritano. E molti altri giovani non hanno le competenze che il mercato del lavoro richiede loro”

E per il secondo aspetto, gli investimenti, basterà pensare che i soldi presi in prestito con il Recovery Fund servono per investire nelle generazioni future. Per questo la Commissione UE sta insistendo su rivoluzione verde e trasformazione digitale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories