Recordati: i conti del semestre sono positivi

Buona performance per la casa farmaceutica di Milano che segna un balzo dei ricavi e dell’utile.

Recordati: i conti del semestre sono positivi

Balzo dell’utile e dei ricavi per Recordati. Il Consiglio di amministrazione del colosso farmaceutico ha approvato una brillante relazione semestrale, che al 30 giugno 2018 fa registrare numeri più che positivi.

La pubblicazione dei risultati ottenuti nei primi sei mesi dell’anno in corso spinge il titolo in Borsa, che al momento della scrittura viene scambiato a 31,67 euro con un guadagno dello 0,60%.

I dati del semestre

I primi sei mesi del 2018 hanno segnato una forte crescita per Recordati, che si appresta ad essere ceduta al fondo inglese Cvc.

L’azienda di Milano ha infatti chiuso il semestre con un incremento nei ricavi consolidati, che al 30 giugno 2018 si attestano a 696,1 milioni di euro, registrando un buon 6,9% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Buona la performance anche per i ricavi internazionali che sono cresciuti dell’8,2%.

Aumento a doppia cifra percentuale per l’ebitda che segna +16,1%, portandosi a 260 milioni di euro, con un incidenza sui ricavi del 37,4%.

Notevole balzo in avanti anche per l’utile operativo, che è pari a 231,9 milioni, con un aumento sul primo semestre del 2017 del 14,1% e un’incidenza sui ricavi del 33,3%. Ha raggiunto quota 164,2 milioni, invece, l’utile netto, cresciuto nel periodo di riferimento dell’11,7% e un’incidenza sui ricavi del 23,6%.

Ad aumentare però, per Recordati, è anche il debito netto: la posizione finanziaria netta al 30 giugno 2018 evidenzia, infatti, che è lievitato a 556,4 milioni rispetto ai 381,8 milioni registrati al 31 dicembre 2017.

“I risultati ottenuti nel primo semestre dell’anno evidenziano la continua crescita del Gruppo, con un incremento sia dei ricavi sia della redditività”

ha commentato l’amministratore delegato della società, Andrea Recordati.

Le operazioni nel semestre

Recordati, nella nota di comunicazione dei risultati della relazione semestrale, evidenzia anche le principali operazioni finanziarie che la società ha effettuato nel periodo di riferimento, come l’acquisizione di azioni proprio per un costo complessivo di 169,8 milioni di euro.

Nel mese di aprile, inoltre, il gruppo farmaceutico ha concluso un accordo con Mylan per l’acquisizione dei diritti per Cystagon, un farmaco utilizzato nel trattamento della cistinosi nefropatica di bambini e adulti, mentre a giugno ha proceduto a rilevare il 100% del capitale di Natural Point, società milanese specializzata nel mercato degli integratori alimentari, con un esborso di 75 milioni di euro.

Si tratta, ha spiegato ancora l’amministratore delegato della società, di due
“importanti iniziative per lo sviluppo futuro”. La prima, infatti, permette di assicurare l’accesso dei pazienti a un trattamento salvavita, la seconda rappresenta una “un valido complemento al nostro portafoglio in Italia”.

Nel semestre, infine, sono stati distribuiti dividendi per 87,1 milioni di euro. A fine giugno 2018 il patrimonio netto della società è pari a 927,2 milioni.

“La crescita delle attività del Gruppo è proseguita nel mese di luglio e per l’intero anno 2018 confermiamo le previsioni di realizzare ricavi compresi tra 1.350 milioni e 1.370 milioni, un ebitda tra 490-500 milioni, un utile operativo compreso tra 430 e 440 milioni e un utile netto compreso tra 310 e 315 milioni”

ha concluso infine l’ad.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Recordati

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.