Borsa Italiana: le strategie operative di venerdì 17 maggio

La giornata si apre all’insegna del ribasso per l’indice FTSE Mib. L’Ufficio Studi di Money.it si è focalizzato su alcuni titoli quotati a Piazza Affari che presentano i migliori spunti tecnici per l’operatività odierna. Focus su Recordati, Pirelli e Maire Tecnimont

Borsa Italiana: le strategie operative di venerdì 17 maggio

L’indice FTSE Mib apre la seduta in calo dello 0.22%, attestandosi a 21.142,50 punti.

Fronte Brexit, la situazione si complica ulteriormente. La premier Theresa May ha annunciato che stabilirà le tempistiche delle sue dimissioni dopo che la Camera dei Comuni avrà votato l’accordo sull’uscita dall’UE, un voto è previsto per inizio giugno.

La pressione si è gradualmente intensificata su May per farsi da parte, aprendo una corsa alla successione che probabilmente spianerà la strada a un esponente più favorevole a una hard Brexit. L’accordo sull’uscita dall’UE, negoziato con Bruxelles dal governo May, è stato già respinto 3 volte dalla Camera dei Comuni, portando al rinvio della data di uscita di Londra dall’Unione fino al 31 ottobre.

Focus anche sulle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, che non accennano ad allentarsi. Ieri, con un ordine esecutivo, l’Amministrazione Trump ha proibito alle società americane l’utilizzo di tecnologia Huawei per lo sviluppo di reti di telecomunicazione negli Stati Uniti.

Per quanto riguarda le strategie operative sui titoli di Piazza Affari, l’Ufficio studi di Money.it ha condotto la consueta analisi tecnica su alcune azioni interessanti dal punto di vista grafico: focus su Recordati, Pirelli e Maire Tecnimont.

  • Recordati: Banca Imi ha alzato il prezzo obiettivo da 34,2 a 37,9 euro, confermando la raccomandazione hold. A livello grafico il rialzo delle ultime tre sedute ha portato i corsi a disegnare un pattern V reversal, violando inoltre la media mobile a 50 giorni. Operazioni long potrebbero puntare al livello tondo dei 38 euro.
  • Pirelli: il titolo ha perso terreno nonostante la conferma del possibile rinnovo fino al 2022 del patto tra i soci italiani capitanati da Marco Tronchetti Provera e il primo azionista, la cinese ChemCina. I prezzi hanno disegnato nelle ultime due candele segnali dalle implicazioni rialziste che potrebbero far privilegiare strategie long con obiettivo in area 6,50 euro.
  • Maire Tecnimont: il titolo è salito del 5,12%, in scia alla notizia che Exxon Mobil ha raggiunto la decisione finale di investimento relativa alla costruzione del complesso petrolchimico in Texas, negli Stati Uniti. Il titolo ha ripreso vigore dopo essersi portato in prossimità dei 2,50 euro. La rottura dei massimi di ieri potrebbe dare il via ad operazioni long con target primario in prossimità dei 3 euro, target secondario a 3,50 euro.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.