Quattordicesima nel CCNL Commercio: calcolo, importi e data di pagamento

Quattordicesima lavoratori del commercio: cosa prevede il CCNL, a chi spetta e quando viene pagata nel 2020? Tutte lei informazioni utili in vista dell’arrivo della busta paga.

Quattordicesima nel CCNL Commercio: calcolo, importi e data di pagamento

CCNL Commercio: chi ha diritto alla quattordicesima nel 2020?

I lavoratori del commercio sono una delle categorie alle quali spetta la quattordicesima, importo che è riconosciuto nel mese di luglio.

Accanto ai pensionati ci son infatti alcuni lavoratori che hanno diritto alla quattordicesima mensilità.

A differenza della tredicesima, prevista per legge per tutti i lavoratori, la quattordicesima mensilità (anche nota come gratifica feriale) è a tutti gli effetti una previsione contrattuale e ne avranno diritto soltanto i lavoratori il cui CCNL lo prevede esplicitamente.

Tra questi vi sono i dipendenti assunti con CCNL Commercio 2020 (terziario, distribuzione e servizi) e l’importo riconosciuto sarà calcolato in base allo stipendio percepito e ai mesi lavorati.

Il datore di lavoro può in ogni caso scegliere di erogare la quattordicesima anche nel caso di mancata previsione di un esplicito obbligo contrattuale.

Nonostante le regole di calcolo facciano supporre che l’importo della quattordicesima mensilità sia di fatto uguale a quello dello stipendio non è così: sulle mensilità aggiuntive erogate dal datore di lavoro al dipendente (la quattordicesima così come la tredicesima) non si applicano le detrazioni per lavoro dipendente e quindi l’imponibile fiscale Irpef sarà più alto. In parole semplici, le trattenute sulla quattordicesima saranno maggiori rispetto a quelle della busta paga mensile.

Al netto delle necessarie premesse, vediamo di seguito come funziona la quattordicesima nel CCNL Commercio, a chi spetta nel 2020, la data di pagamento e come fare il calcolo.

Quattordicesima, CCNL Commercio 2020: cosa prevede il contratto

Secondo quanto previsto dal CCNL Commercio la quattordicesima spetta sia ai lavoratori assunti a tempo pieno che in part-time, così come ne hanno diritto sia i titolari di contratto a tempo determinato che indeterminato.

Come precedentemente ricordato, la quattordicesima mensilità è disciplinata e prevista dai singoli contratti di categoria: oltre ai lavoratori del settore commercio ne hanno diritto, ad esempio, anche coloro che lavorano nel turismo, inquadrati con rispettivo contratto.

Di seguito ci occuperemo di cosa prevede nello specifico il contratto collettivo nazionale del settore commercio, categoria nella quale rientrano un gran numero di lavoratori che, nel mese di luglio, potranno contare su uno stipendio quasi doppio.

Quattordicesima contratto commercio: come si calcola l’importo?

Il CCNL stabilisce che l’importo della quattordicesima sia pari ad una mensilità della retribuzione di fatto in atto al 30 giugno immediatamente precedente, ad esclusione delle somme erogate come assegni familiari.

In caso di prestazione lavorativa ridotta, il lavoratore avrà diritto a tanti dodicesimi dell’ammontare della quattordicesima mensilità quanti sono i mesi interi di servizio prestato.

In linea generale, le regole per il calcolo della quattordicesima del CCNL Commercio sono le stesse previste per tutte le categorie di lavoratori che ne hanno diritto.

Facciamo un esempio di calcolo per capire come sarà determinato l’importo dell’assegno.

La formula da utilizzare è la seguente:

retribuzione lorda mensile X numero di mesi lavorati / totale mensilità

Prendiamo ad esempio il caso di un lavoratore del settore assunto dal 1° agosto 2019 e con uno stipendio mensile pari a 1.000 euro. Il calcolo dovrà essere effettuato così:

1.000 euro (retribuzione lorda mensile) X 11 (numero di mesi lavorati) ] / 12 (totale mensilità) = 916,66 euro

Ogni dodicesimo è calcolato sulla base della retribuzione di fatto spettante all’atto della corresponsione.

Per quei lavoratori che invece vengono retribuiti in tutto o in parte con provvigioni o percentuali il calcolo della quattordicesima si effettua con una media tra gli elementi fissi e variabili della retribuzione di fatto percepita nei dodici mesi precedenti la maturazione del diritto o comunque nel periodo di minore servizio prestato presso l’azienda.

Quattordicesima CCNL Commercio: pagamento entro il 1° luglio 2020

Il CCNL Commercio fissa al 1° luglio la data di pagamento della quattordicesima mensilità. Entro tale data, dunque, il datore di lavoro è obbligato al versamento dell’importo.

La gratifica feriale potrà essere erogata in due diverse modalità: o nella busta paga relativa al mese di giugno 2020 ovvero con una busta paga a parte. In questo caso è il datore di lavoro a poter scegliere e, di fatto, per il dipendente non cambia nulla.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories