Quanto guadagna Gennaro Gattuso? Lo stipendio e il futuro del mister del Milan

Lo stipendio e i guadagni passati di Gennaro Gattuso, allenatore del Milan dato però già con le valigie in mano anche in caso di una qualificazione dei rossoneri alla prossima Champions League.

Quanto guadagna Gennaro Gattuso? Lo stipendio e il futuro del mister del Milan

Sembra essere destinata a concludersi al termine di questa stagione l’avventura di Gennaro Gattuso sulla panchina del Milan. A prescindere da quale sarà il posizionamento finale dei rossoneri in campionato, un divorzio a giugno appare ormai scontato.

Anche se dovesse arrivare alla fine la qualificazione alla prossima Champions League, impresa al momento ardua visti gli ultimi deludenti risultati, la dirigenza del Milan sembrerebbe essere intenzionata a cambiare in vista della prossima stagione, tanto che si fanno già i nomi di Antonio Conte e Maurizio Sarri.

Ma quanto guadagna Gennaro Gattuso per guidare i rossoneri? L’ex centrocampista non ha mai nascosto che i soldi non sono un aspetto fondamentale nel suo lavoro, con lo stipendio del mister che è il quinto più alto tra gli allenatori della nostra Serie A.

Leggi anche LA CLASSIFICA DEGLI STIPENDI DEGLI ALLENATORI

Lo stipendio di Gennaro Gattuso al Milan

Quella tra il Milan e Gennaro Gattuso è una storia d’amore iniziata diversi anni fa, per la precisione nel 1999. In quell’estate infatti il club meneghino lo acquistò poco più che ventenne dalla Salernitana.

Con i rossoneri Gattuso ha giocato poi per tredici stagioni, collezionando in totale 468 presenze condite dalla vittoria di due Champions League, altrettanti Scudetti e un Mondiale per Club.

La carriera da allenatore di Rino inizia poi a Sion, dove fa anche il giocatore chiudendo così in Svizzera la sua carriera, per passare poi alle non esaltanti esperienze alla guida del Palermo prima e dei greci dell’Ofi Creta poi.

Il riscatto però avviene quando passa ad allenare il Pisa, in Serie C, dove riesce a riportare i toscani in Serie B non evitando però la retrocessione l’anno dopo, anche a causa di una situazione finanziaria dei nerazzurri più che problematica.

Nell’estate del 2017 Gennaro Gattuso torna quindi al Milan, dove viene incaricato di guidare la squadra Primavera con uno stipendio di 120.000 euro all’anno. A dicembre però, dopo l’esonero di Vincenzo Montella, viene promosso in prima squadra.

I buoni risultati ottenuti spingono ad aprile 2018 la dirigenza rossonera, all’epoca c’erano ancora i cinesi e l’ex ad Marco Fassone, a rinnovare il contratto di Gattuso fino al 2021, per uno stipendio di 2 milioni l’anno.

I guadagni passati

Nel suo rapporto con il Milan alla fine Gennaro Gattuso non ha mai dato eccessivo peso al fattore economico, anche perché il mister può ritenersi già più che soddisfatto per quanto guadagnato in passato come calciatore.

Quando allenava l’Ofi Creta infatti Rino aveva rinunciato al suo stipendio, vista la crisi finanziaria del club greco, già prima delle sue dimissioni. Secondo il Corriere poi, fu lui stesso a pagare lo stipendio ai calciatori a Natale sborsando 50.000 euro.

Quando poi passò al Pisa, disse di aver scelto i toscani anche perché non ha “assilli economici” e quindi era libero di scegliere il progetto che più lo aveva intrigato senza dare troppo peso ai soldi.

Da calciatore nella sua lunga carriera al Milan, Gattuso infatti è arrivato anche a guadagnare 4 milioni stagione. Bisogna poi contare anche i tanti bonus ottenuti grazie ai successi sul campo, con la vittoria al Mondiale del 2006 con la Nazionale che per esempio gli è valso un premio da 250.000 euro.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Stipendio

Argomenti:

Milan Calcio Stipendio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.