Prospettive riunioni BCE e Fed: su quale asset class puntare?

Per Patrick Moonen, Principal Strategist Multi Asset di NN Investment Partners, nelle prossime riunioni di politica monetaria, BCE e Fed dovrebbero confermare il loro approccio accomodante. Il mercato però, starebbe sottovalutando i rischi per la crescita creati dalla guerra commerciale

Prospettive riunioni BCE e Fed: su quale asset class puntare?

Le banche centrali stanno tenendo con il fiato sospeso gli operatori. Nelle ultime settimane infatti, i movimenti al rialzo dei principali mercati azionari e obbligazionari sono stati guidati dalla convinzione che BCE e Fed adotteranno un approccio estremamente accomodante nelle riunioni del 25 luglio (per la Banca Centrale Europea) e del 31 luglio (per la Federal Reserve).

Riunione BCE 25 luglio: pronto un taglio dei tassi?

Secondo Patrick Moonen, Principal Strategist Multi Asset di NN Investment Partners, l’istituto centrale europeo potrebbe tagliare i tassi già a partire da domani, anche se le probabilità volgono a favore di un abbassamento nel meeting di settembre.

L’esperto si attende un rafforzamento delle indicazioni sulla disponibilità della BCE ad allentare ancora la politica monetaria nel caso in cui il quadro macro non dovesse migliorare.

Riunione Fed 31 luglio: taglio tassi da 25 pb altamente probabile

Per Moonen, un taglio “preventivo” di 25 punti base da parte della Federal Reserve già nel prossimo meeting è altamente probabile. A questa diminuzione del costo del denaro ne potrebbe seguire un’altra o altre due. Le preoccupazioni dell’istituto centrale riguardano in particolar modo l’incertezza sul fronte commerciale e l’inflazione, che resta indotta nell’economia.

Ecco su quali asset class puntare

In un contesto di politiche monetarie accomodanti, mancanza di progressi sul fronte commerciale e dati sulla crescita di EU e mercati emergenti lievemente migliori nell’ultimo periodo non cambiano il contesto di base per i mercati finanziari.

“I rischi principali che ci impediscono di assumere posizioni ad alta convinzione rimangono l’elevata incertezza sul commercio globale e l’impatto negativo che questi ha sulla fiducia delle imprese e sul Capex”, sostiene Moonen, che sottolinea come gli operatori potrebbero star sottovalutando i rischi per la crescita creati dalle tensioni commerciali: “in questo contesto, gli spread del reddito fisso sono la nostra asset class preferita”, chiosa l’esperto.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories