Petrolio oscilla: dall’OPEC nessuna sorpresa

Violetta Silvestri

30 Giugno 2022 - 15:17

condividi

Il prezzo del petrolio in lieve declino dopo la comunicazione dell’OPEC, al termine della riunione. Niente di sorprendente è stato deciso dal cartello dei produttori di greggio.

Petrolio oscilla: dall'OPEC nessuna sorpresa

La coalizione OPEC+ ha ratificato un aumento della produzione di petrolio che completa la restituzione delle forniture sospese durante la pandemia, rinviando le discussioni sulla sua prossima mossa.

Il gruppo di 23 nazioni, guidato dall’Arabia Saudita, prevede di aggiungere 648.000 barili al giorno ad agosto, ripristinando la tranche finale dei 9,7 milioni di barili al giorno che è stata chiusa poco più di due anni fa, secondo una dichiarazione.

Il prezzo del greggio ha oscillato al ribasso di poco dopo la decisione ampiamente attesa dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio e dei suoi alleati. Il greggio Brent, mentre si scrive, perde lo 0,44% a 111,98 dollari al barile e il contratto WTI diminuisce dello 0,34% a 109,41 dollari al barile.

Cosa ha deciso l’OPEC e quali timori per il prezzo del petrolio

Il gruppo di produttori OPEC+, inclusa la Russia, ha accettato di attenersi alla sua strategia di produzione dopo due giorni di riunioni, senza sorprendere con un aumento di erogazione che potrebbe far diminuire i prezzi.

In realtà, con la maggior parte dei membri oltre ai sauditi e ai loro vicini incapaci di aumentare la produzione, la decisione di aggiungere 648.000 barili al giorno ad agosto è in gran parte simbolica. Negli ultimi mesi, il gruppo ha aggiunto al mercato una quantità significativamente inferiore di petrolio rispetto a quanto promesso.

Non a caso, i trader sono più preoccupati di come Riyadh e gli Emirati Arabi Uniti dispiegheranno la loro capacità inutilizzata rimanente, una scelta che potrebbe dipendere dalla visita del presidente degli Stati Uniti Joe Biden nel regno il mese prossimo.

L’Arabia Saudita sta producendo 10,5 milioni di barili al giorno e ha una capacità di targa di 12,0 milioni-12,5 milioni di barili al giorno, che in teoria le consentirà di aumentare la produzione di 2 milioni.

Gli Emirati Arabi Uniti stanno producendo circa 3 milioni di bpd, hanno una capacità di 3,4 milioni e stanno lavorando per portarla a 4 milioni di bpd.

Emmanuel Macron, parlando con Biden, avrebbe affermato che i due principali produttori di petrolio dell’OPEC, riescono a malapena ad aumentare la produzione di petrolio, senza grandi possibilità nell’arco dei sei mesi.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.