Il petrolio ancora in caduta libera: cosa aspettarsi?

Violetta Silvestri

9 Agosto 2021 - 12:32

condividi

Il prezzo del petrolio crolla e disegna uno scenario nero con l’avanzare della minaccia - ormai reale - della variante Delta. Cosa aspettarsi per il greggio?

Il petrolio ancora in caduta libera: cosa aspettarsi?

Prezzo del petrolio sempre più giù: le quotazioni Brent e WTI sono scese di oltre il 3% lunedì, estendendo le forti perdite della scorsa settimana.

Il greggio è piombato di nuovo in un momento di incertezza, crollando per effetto del rialzo del dollaro USA e dei timori che le nuove restrizioni legate al coronavirus in Asia, in particolare in Cina, possano fermare una ripresa globale nella domanda di carburante.

Il prezzo del petrolio sta scivolando ampiamente sotto i 70 dollari al barile: cosa aspettarsi?

Prezzo del petrolio sprofonda: che succede?

I mercati hanno aperto la settimana all’insegna di un forte ribasso di petrolio e metalli. Cosa sta succedendo?

Alle ore 12.06 la quotazione Brent scambia a 67,87 dollari al barile con un tonfo del 4,00% e i future WTI perdono il 4,12% a 65,45 dollari al barile.

La variante Delta, con l’aumento dei contagi generalizzato nel mondo, sta nuovamente offuscando gli orizzonti della ripresa.

Lunedì 9 agosto la Cina ha riportato 125 nuovi casi di Covid, rispetto ai 96 del giorno prima. In Malesia e Thailandia, le infezioni hanno raggiunto record giornalieri.

La crescita delle esportazioni cinesi è rallentata oltre le attese a luglio dopo i focolai di contagi e le inondazioni, mentre anche le importazioni sono state più deboli del previsto.

“Entrambi i contratti del greggio di riferimento sembrano vulnerabili a ulteriori cattive notizie sul fronte dei virus, concentrandosi sulla Cina continentale”, ha affermato Jeffrey Halley, analista di mercato senior di OANDA.

Le importazioni di petrolio greggio della Cina sono diminuite a luglio e sono ben lontane rispetto dai livelli record di giugno 2020.

Non solo, un rally del dollaro USA contro l’euro ha anche pesato sui prezzi del petrolio. Il biglietto verde in rafforzamento rende il petrolio più costoso per i detentori di altre valute.

Cosa accadrà ai prezzi del greggio?

Nonostante la minaccia Delta, il mercato è sottofornito secondo le nostre stime, quindi riteniamo che un ulteriore rischio di ribasso sia limitato nel breve termine, così Helge Andre Martinsen, analista senior del mercato petrolifero presso DNB Bank ASA ha esposto la sua analisi sul greggio.

Le previsioni sull’oro nero restano caute, mentre l’OPEC si appresta a continuare nel suo piano di allentamento dei limiti all’offerta.

Secondo Femiano, market analyst di eToro intervenuto su Milano Finanza, la quotazione WTI per ora è nel range 66,5-65 dollari al barile, ma una scivolata più in basso di tale soglia potrebbe significare una proiezione del Wti verso l’area a 61,40 e 60 dollari.

Argomenti

# Brent
# WTI

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.