Petrolio soffre: quotazioni travolte dalle vendite. Quanto durerà?

Il prezzo del petrolio sta affondando (di nuovo). La quotazione del WTI e quella del Brent travolte dalle vendite

Petrolio soffre: quotazioni travolte dalle vendite. Quanto durerà?

Il prezzo del petrolio è crollato di nuovo: sia la quotazione del WTI che quella del Brent hanno lasciato sul campo più di 5 punti percentuali.

Neanche questa nuova settimana dunque è iniziata con il piede giusto per l’oro nero, che lunedì scorso ha bruciato più del 30% trascinando nel baratro i mercati finanziari globali.

I motivi? Da ricercare come sempre nella guerra scoppiata sul settore energetico e nell’emergenza coronavirus, la stessa che sta imponendo alle grandi banche centrali di intervenire. Le ultime mosse a sorpresa della Fed non hanno avuto l’effetto sperato e il prezzo del petrolio è affondato assieme all’azionario mondiale.

Prezzo del petrolio: cosa sta succedendo oggi?

La quotazione del WTI e quella del Brent hanno avviato la nuova settimana in deciso ribasso nonostante la mossa a sorpresa della Federal Reserve USA. Il maxi taglio dei tassi di interesse e l’introduzione di un nuovo Quantitative Easing hanno fallito nel tentativo di risollevare i mercati che, invece, sono nuovamente entrati in modalità panic selling.

A pesare sul prezzo del petrolio sono stati ancora una volta i timori legati al coronavirus, che già all’inizio dell’anno ha avuto un impatto evidente sulla domanda. Con il passare del tempo le cose sono peggiorate e il caos è aumentato nel momento in cui l’OPEC non è riuscita a introdurre i tagli sperati.

Sul mercato è così iniziata una vera e propria guerra dei prezzi, combattuta in prima linea da Arabia Saudita e Russia. Una tensione crescente che non ha certamente giovato alle quotazioni di WTI e Brent, le quali si sono riportate intorno ai $30 al barile.

Quanto durerà questa situazione? Secondo numerosi esperti, il greggio continuerà a scambiare in preda alla volatilità fino a che l’emergenza coronavirus non sarà alle spalle.

A oggi, in Cina i numeri relativi ai contagi e ai decessi sono drasticamente diminuiti, ma la pandemia si è estesa ormai al resto del mondo e sta mettendo in difficoltà l’intera Europa, diventata il principale focolaio globale. Ci vorrà ancora del tempo prima di tornare alla normalità.

Al momento in cui si scrive, intanto, il prezzo del petrolio Brent sta perdendo più del 9% su quota $30,6 mentre la quotazione del WTI sta lasciando sul campo il 7% intorno a $29,9.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Petrolio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.