Prenotazione vaccini, la truffa via sms: a cosa fare attenzione

Laura Pellegrini

16/03/2021

06/07/2021 - 17:24

condividi

Sono stati segnalati dei tentativi di raggiro via sms per prenotare il vaccino Covid-19. Gli ultraottantenni le vittime principali. Ecco come funziona la truffa e come difendersi.

Se vi arriva un sms per prenotare il vaccino anti Covid o ricevere informazioni in merito alla vaccinazione, ignoratelo o cancellatelo: è una truffa. A lanciare l’allerta è la Polizia Postale, che tramite i suoi canali ufficiali sta informando delle numerose segnalazioni riguardanti una campagna fraudolenta correlata alla somministrazione dei vaccini rivolta in particolare agli over 80.

Ieri, prima che l’AIFA comunicasse ufficialmente la sospensione dei vaccini AstraZeneca in tutta Italia in via precauzionale, era circolata sul web un finto avviso, poi smentito dall’Agenzia italiana del farmaco, che aveva precisato che l’unico lotto di vaccino AstraZeneca vietato era il numero ABV2856.

Finto sms su prenotazione vaccini: la truffa agli anziani

La Polizia Postale sta indagando in merito a una truffa sui vaccini via sms finora segnalata in Piemonte, ma anche in Lombardia soprattutto in alcune zone del pavese e in provincia di Bergamo. I destinatari sono gli anziani, solitamente gli ultraottantenni che devono vaccinarsi contro il Covid-19.

Sono stati segnalati molti numeri da cui vengono inviati i messaggi, spesso diversi tra loro, e ciò rende ancora più difficile risalire alla fonte truffaldina. L’invito è quello di diffidare di questi messaggi, che non costituiscono la fonte ufficiale attraverso la quale le Regioni permettono di accedere alla prenotazione dei vaccini.

A cosa fare attenzione

Tramite un sms sul telefonino, gli anziani ricevono un invito a prenotare la somministrazione del vaccino contro il Covid. Il testo dell’sms recita:

Per info e dettagli su come prenotare il Vaccino AntiCovid over 80 chiama subito il numero 1240, un assistente personale è a tua disposizione h24, 7 giorni su 7”.

Ma il numero indicato (tra l’altro a pagamento) non rientra tra i canali ufficiali di prenotazione dei vaccini. “Chiunque riceva sms di questo tipo – ha dunque raccomandato Ats Pavia – è invitato a non dare seguito ”.

La Polizia Postale invita a diffidare di questi messaggi, segnalandoli al seguente link: www.commissariatodips.it.

Prenotazione dei vaccini over 80: quali sono i canali ufficiali

Oltre che nella zona di Pavia, numerose segnalazioni sono arrivate anche dalla provincia di Bergamo, che a tal fine ha chiarito che l’unico canale ufficiale di prenotazione della vaccinazione per gli over 80 è la piattaforma vaccinazionicovid.servizirl.it.

Per accedere alla vaccinazione, inoltre, è necessario avere a portata di mano la Tessera Sanitaria e indicare un numero di cellulare o telefono fisso (per verificare che il numero di cellulare inserito sia corretto il sistema invia all’utente un SMS contenente un codice di verifica per la sua validazione). Dopo aver inserito i propri dati, è richiesta la volontà di aderire alla campagna vaccinale per poter proseguire con la prenotazione. Al termine della procedura, infine, viene generata una ricevuta con indicato il numero di richiesta adesione e un recap dei dati forniti.

Tentativi di raggiro contro gli anziani si sono verificati poi in Piemonte, dove la Regione ha chiarito di non aver incaricato nessuno a inviare sms per effettuare le prenotazioni del vaccino contro il Covid. Per i cittadini over 80 del Piemonte, infatti, il canale ufficiale di prenotazione sono i medici di base. Questi sms non sono altro che “servizi a pagamento che non consentono nessuna prenotazione del vaccino e non sono autorizzati”.

Per qualsiasi informazione, infatti, l’unico canale utile al quale rivolgersi è il numero verde gratuito 800-95.77.95 “dal quale gli operatori forniscono 7 giorni su 7, dalle 8 alle 20, informazioni su diversi aspetti legati al Covid-19”.

Argomenti

# Truffa

Iscriviti a Money.it