Pirelli: il warning di Continental fa volare il titolo

Può una revisione delle stime spingere al rialzo un intero comparto? Le azioni Continental e Pirelli ci dicono di sì. Vediamo perché.

Pirelli: il warning di Continental fa volare il titolo

In genere un “profit warning”, una revisione delle stime, innesca le vendite su un titolo azionario. E di solito il flusso di vendite si espande anche ai competitor e ai settori collegati.

Ieri sera la tedesca Continental ha ridotto l’outlook 2019 a causa di una produzione globale di auto stimata in calo e di non meglio precisate modifiche della domanda.

Inoltre, l’azienda tedesca ha annunciato che potrebbe dover accantonare fondi per far fronte a reclami nella seconda parte dell’anno.

Continental: mercato auto visto in calo

In questo contesto, le vendite 2019 sono ora stimate in quota 44-45 miliardi di euro, contro una view precedente di 45-47 miliardi. Se in precedenza il mercato dell’auto mondiale era atteso piatto, ora è visto in calo di cinque punti percentuali.

La società ha inoltre fatto sapere che i conti del secondo trimestre saranno invece in linea con le stime degli analisti (il mercato si attende un fatturato a 11,2 miliardi di euro).

Continental: Sell the rumors, buy the news

Alla luce delle considerazioni fatte, il titolo Continental dovrebbe far segnare un tonfo. Invece, poco prima del giro di boa, per acquistare un’azione CON.EQ sono necessari 127,83 euro, oltre 5,8 euro in più rispetto a ieri (+4,76%).

Questo perché, rilevano gli operatori, le azioni del produttore tedesco hanno già ampiamente scontato, con un rosso trimestrale del 21,6% e un saldo annuo che registra un +37,5%, lo scenario peggiore.

Per la società si tratta del quarto “warning” e il titolo lo scorso 11 luglio ha fatto toccare il livello minore da 6 anni in quota 114 euro.

Al posto del tradizionale “Buy the rumors, sell the news”, che avviene quando si acquista a seguito di indiscrezioni positive per vendere quando la buona notizia è annunciata, questa volta ci siamo trovati di fronte a un “Sell the rumors, buy the news”.

Balzo per le azioni Pirelli

Mutatis mutandis per quanto riguarda una delle principali concorrenti, Pirelli. Dopo essersi riportato in prossimità dei minimi storici la scorsa settimana, al momento le azioni del gruppo della Bicocca avanzano del 5,85% in area 5,536 euro.

Il saldo trimestrale delle azioni Pirelli è negativo per -18,8 punti percentuali mentre nel confronto sui 12 mesi il titolo è in rosso del 26,8%.

Il prezzo obiettivo medio degli analisti che seguono il titolo si attesta a 6,65 euro, circa 20 punti percentuali al di sopra dei livelli attuali (11 “buy”, 10 “hold”).

Pirelli: il 1° agosto l’appuntamento è con i dati semestrali

Giovedì prossimo Pirelli presenterà i conti semestrali. Per l’intero esercizio la società stima ricavi in aumento del 3/4 per cento (dal +4/6% atteso a febbraio) e un margine Ebit “adjusted” in rialzo di circa 19 punti percentuali (confermato).

I target 2019 della società sono sostanzialmente in linea con le stime del mercato.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories