Perché Gazprom è crollata nella Borsa di Mosca

Violetta Silvestri

30 Giugno 2022 - 14:44

condividi

Le azioni Gazprom crollano del 27% nella Borsa di Mosca: il colosso del gas dello Stato russo ha deciso di non pagare dividendi sui risultati dello scorso anno, per la prima volta dal 1998.

Perché Gazprom è crollata nella Borsa di Mosca

Gazprom ha perso un quarto del suo valore di mercato giovedì 30 giugno, dopo che il gruppo sostenuto dallo Stato russo ha affermato che gli investitori avevano bloccato i piani per pagare un importante dividendo.

Il crollo delle azioni ha spinto la Borsa di Mosca a interrompere la negoziazione delle azioni del gruppo e anche le quotazioni di molti altri gruppi energetici russi sono scese, in base alle aspettative che i loro consigli di amministrazione potrebbero seguire l’esempio.

Perché Gazprom non ha pagato i dividendi, affondando negli scambi?

Tonfo di Gazprom che non paga i dividendi

“Gli azionisti hanno deciso che nella situazione attuale non è consigliabile pagare i dividendi in base ai risultati del 2021”: questa la dichiarazione del vice amministratore delegato Famil Sadygov.

Le priorità della società attualmente sono l’attuazione del suo programma di investimenti, inclusa la gassificazione regionale russa, è stato annunciato. Le azioni di Gazprom sono crollate del 24% sulla decisione e continuano il tonfo anche picchi di -27%. Di fatto, con questo avviso, è stata cancellata la raccomandazione del consiglio di erogare un dividendo di 52,53 rubli per azione in quello che sarebbe stato il suo più grande pagamento.

Da evidenziare che il consiglio aveva optato per un dividendo di 52,53 Rbs a maggio, sulla scia dell’impennata dei prezzi del gas. La raccomandazione avrebbe significato un pagamento record di 1,2 miliardi di Rbs, o 22,8 miliardi di dollari al tasso di cambio attuale.

Gazprom ha annunciato la sua nuova politica dei dividendi nel 2019, con il piano di pagare il 50% degli utili entro il 2022, una decisione che l’ha resa rapidamente la più grande azienda per capitalizzazione di mercato in Russia.

Sulla scia di questa novità e dell’affondo delle azioni in Borsa, il principale produttore di petrolio russo Rosneft ha perso quasi il 7% nelle prime ore di negoziazione, la società di distribuzione di energia Rosseti ha lasciato il 5% del valore delle azioni, il terzo produttore Surgutneftegas è sceso di quasi il 3% e l’operatore dell’oleodotto Transneft ha perso il 2%.

Anche la società statale Sberbank, il principale prestatore di credito russo, ha annunciato giovedì che non avrebbe pagato i dividendi per l’anno scorso, provocando un calo del 5% delle azioni della società.

La notizia di Gazprom arriva quando la società sta riducendo le forniture di gas ai clienti in Europa, inclusa la tedesca Uniper, che giovedì ha emesso un avviso di profitto.

Mentre le vendite del gigante russo sono diminuite, scendendo di quasi il 30% su base annua nella prima metà del 2022, l’impennata dei prezzi del gas l’ha aiutata a compensare le perdite.

Argomenti

# Borse
# Russia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.