Pensioni, nuovo servizio INPS: come ricevere il cedolino per email

Antonio Cosenza

6 Febbraio 2021 - 17:26

condividi
Facebook
twitter whatsapp

INPS, nuovo servizio per i pensionati: cedolino e Certificazione Unica inviati sul proprio indirizzo di posta elettronica. Ecco come fare per attivarlo.

Pensioni, nuovo servizio INPS: come ricevere il cedolino per email

Nuovo servizio INPS per le pensioni: chi è interessato potrà ricevere la documentazione relativa al cedolino mensile - come pure alla Certificazione Unica - direttamente sul proprio indirizzo mail. Non sarà necessario, quindi, collegarsi ogni mese all’area riservata MyInps per scaricare il proprio cedolino, in quanto questo verrà inviato direttamente all’interessato non appena disponibile.

Lo ha annunciato l’INPS con una notizia pubblicata sul portale web, con la quale vengono date anche le istruzioni su come fare per aderire a questo servizio.

Il servizio è attivo dal 4 febbraio 2021 e già in questi giorni chi è interessato può entrare nella propria area personale per attivare il servizio e ricevere il prossimo cedolino di pensione sul proprio indirizzo di posta.

Pensioni, novità INPS: cedolino e certificazione unica inviati su posta elettronica

D’ora in avanti non bisognerà per forza collegarsi sul sito dell’INPS per consultare il cedolino mensile della pensione. Pensionati e pensionate, infatti, potranno riceverlo sul proprio indirizzo di posta elettronica grazie al nuovo servizio INPS.

Le indicazioni su come fare per attivare questo nuovo servizio sono presenti all’interno dell’area personale MyINPS, alla quale si può accedere con lo SPID, la Carta d’Identità Elettronica o la Carta Nazionale dei Servizi.

Nel dettaglio, i passaggi per autorizzare l’INPS ad inviare il cedolino mensile sul proprio indirizzo mail sono i seguenti:

  • accedere all’area riservata;
  • consultare l’avviso con scritto: “Ricevi il cedolino della pensione e la certificazione unica in posta elettronica”;
  • leggi l’avviso, e se interessato ad aderirvi basterà cliccare su “accedi al servizio” per attivare la funzionalità.

Ovviamente bisognerà inserire l’indirizzo mail sul quale volete ricevere questi importanti documenti. Un servizio molto utile che segue a quanto già fatto dall’INPS lo scorso anno, quando di questo periodo veniva attivata la funzione con la quale ogni mese vengono spiegate le singole voci del cedolino della pensione, così da essere informati su qualsiasi eventuale trattenuta o aumento dell’assegno.

Pensioni: cosa ci sarà nel prossimo cedolino?

Autorizzando questo servizio, già nei prossimi giorni si riceverà sull’indirizzo mail il cedolino relativo al mese di marzo 2021 (quando la pensione verrà pagata ancora in anticipo causa Covid).

A tal proposito, ricordiamo cosa ci sarà di importante nel cedolino INPS relativo al mese di marzo. Un cedolino in cui ci saranno certamente le trattenute fiscali, come l’IRPEF e le addizionali regionali e comunali (afferenti al 2020). A queste si aggiunge l’addizionale comunale in acconto per il 2021, come pure il recupero delle somme indebitamente percepite dai pensionati titolari di prestazioni collegate al reddito delle gestioni private e di prestazioni assistenziali ricalcolate in base agli aggiornamenti reddituali.

E a marzo ci sarà il conguaglio Irpef; l’INPS, infatti, ha provveduto al ricalcolo per l’imposta sul reddito pagata mensilmente. Un conguaglio che potrebbe portare ad una trattenuta per quei pensionati che nel corso del 2020 sono stati percettori di altre prestazioni soggette a tassazione, in quanto per loro l’Irpef pagata potrebbe essere stata inferiore a quella effettivamente dovuta. E in tal caso ci sarà una trattenuta di recupero Irpef a partire dal cedolino di marzo.

Ci sarà un rimborso, invece, per chi ha pagato più di tasse di quanto dovuto.

Argomenti

# INPS

Iscriviti alla newsletter

Money Stories