Il partito repubblicano Usa si prepara a conquistare la Camera con una strettissima maggioranza

Lorenzo Bagnato

15/11/2022

15/11/2022 - 16:09

condividi

Dopo aver perso il Senato in favore dei democratici, il partito repubblicano spera ancora in una vittoria alla Camera dei Rappresentanti. Ma la gara è serrata.

Il partito repubblicano Usa si prepara a conquistare la Camera con una strettissima maggioranza

Mentre il presidente Joe Biden vola a Bali per il vertice del G20, le elezioni midterm continuano a tornare a casa. Durante il fine settimana, il partito democratico di Biden ha ottenuto un’importante vittoria al Senato, mantenendo il controllo di almeno una camera del Congresso.

Finora, i democratici detengono 50 seggi al Senato, abbastanza per raggiungere una maggioranza. Anche se il partito repubblicano riesce a ottenere 50 seggi per sé stesso, il voto decisivo è prerogativa del vicepresidente, che è democratico. E se le votazioni della Georgia del 6 dicembre andranno a favore dei democratici, potrebbero avere 51/100 seggi, uno in più rispetto alle ultime elezioni.

Il partito repubblicano, invece, è in una buona posizione per vincere la Camera dei Rappresentanti, anche se con una leggera maggioranza. Per ottenere la maggioranza alla Camera, un partito ha bisogno di 218 seggi e i repubblicani se ne sono già assicurati 212.

Gli ultimi distretti che stanno ancora contando i voti non vedono una schiacciante maggioranza repubblicana, quindi tutto potrebbe cambiare all’ultimo minuto. Il sud e il centro della California sembrano essere l’ultimo faro di speranza per i repubblicani, ma anche lì la gara è incredibilmente serrata.

Nel 13° distretto, ad esempio, i repubblicani stanno vincendo con appena 84 voti e solo il 61% dei voti è stato contato. Nei distretti in cui i repubblicani sono in vantaggio, la maggioranza è così esigua che è assolutamente impossibile da prevedere.

Al momento, tuttavia, ai repubblicani servono solo 6 nuovi distretti per vincere alla Camera. Nelle elezioni del 2020, i democratici hanno vinto la Camera con una maggioranza di 2 seggi (220) e hanno già perso 8 seggi che avevano già votato per loro. Quindi, è molto probabile che i repubblicani vinceranno la Camera dei Rappresentanti.

Cosa significano queste elezioni per i Democratici

Come ha sottolineato il presidente Joe Biden su Twitter, il suo partito ha perso meno seggi alla Camera di qualsiasi presidente democratico in 40 anni. Hanno anche vinto un governatore in più rispetto al 2020.

Questa elezione di medio termine mostra che il popolo americano non ha perso completamente la fiducia in Joe Biden. Anche se i repubblicani ritengono che non abbia gestito abbastanza bene l’inflazione, Joe Biden è riuscito a conquistare il pubblico su altre questioni.

Il 27% degli elettori ha definito il diritto all’aborto come il proprio problema principale, particolarmente rilevante sulla scia del ribaltamento di Roe v. Wade da parte della Corte Suprema. L’aborto è ancora popolare negli Stati Uniti e questo ha costretto gli elettori democratici a presentarsi e sostenere Joe Biden.

Con la vittoria democratica al Senato, ora Biden può nominare i Giudici della Corte Suprema senza timore che il Congresso lo ostacoli. Inoltre, avrà molta meno opposizione nell’approvare leggi importanti per lui, poiché dovrà influenzare solo una Camera.

I repubblicani, tuttavia, possono ancora bloccare alcune delle decisioni di Biden con la maggioranza alla Camera. Cioè, se riescono a ottenerla.

Articolo pubblicato su Money.it edizione internazionale il 2022-11-14 19:23:29. Titolo originale: US Republican Party set to win the House with dangerously Close Majority

Iscriviti a Money.it