Palermo calcio ad Arkus Network: ecco i nuovi proprietari

Il Palermo calcio è stato ufficialmente ceduto ad Arkus Network, il gruppo che fa a capo a Walter e a Salvatore Tuttolomondo

Palermo calcio ad Arkus Network: ecco i nuovi proprietari

Il Palermo Calcio è di Arkus Network. Dopo la parentesi Baccaglini e quella inglese, la società rosanero ha trovato due nuovi proprietari: Salvatore e Walter Tuttolomondo.

Come aveva preannunciato la nostra redazione, mercoledì sera il Palermo, tramite un comunicato stampa ufficiale, ha reso noto il passaggio di proprietà al gruppo italiano di turismo di lusso Arkus Network S.r.l, che fa a capo appunto ai due fratelli napoletani, dalle origini palermitane, ma ormai romani d’adozione.

Sono stati loro infatti a siglare un contratto preliminare - che diventerà effettivo entro i primi di maggio - per l’acquisizione dell’intero pacchetto azionario del Palermo.

Palermo ad Arkus Network: in ballo oltre 50 milioni di euro

Il gruppo dei fratelli Tuttolomondo, con un capitale sociale di un milione di euro e un fatturato di 100 milioni di euro, dovrà subito provvedere a un’iniezione di liquidità di circa 5 milioni di euro per concludere la stagione senza affanni e pagare entro il 15 maggio le spettanze fiscali per l’iscrizione al prossimo campionato.

Successivamente, in base al tipo di campionato di appartenenza - Serie A o Serie B - il gruppo provvederà a una seconda iniezione di liquidità per gestire al meglio la tesoreria della società.

Inoltre contestualmente a ciò, Arkus Network dovrà ripianare i debiti della società rosanero che secondo le stime si dovrebbero aggirare intorno ai 47 milioni di euro. La cifra di acquisto del Palermo calcio è invece simbolica: 10 euro, ossia la stessa versata prima dagli inglesi e poi dal duo Foschi-De Angeli per riprendere in mano il club rosanero.

In base a ciò, l’operazione economica dovrebbe costare al gruppo dei fratelli Tuttolomondo oltre 52 milioni di euro. Non va dimenticato che se Arkus Network dovesse venir meno ai patti, dovrà rimborsare economicamente la società di cui attualmente è ancora presidente Rino Foschi.

Palermo: ipotesi Vincenzo Macaione come presidente

Un ruolo decisivo in questa operazione l’ha avuto senza dubbio l’advisor dei fratelli Tuttolomondo: Vincenzo Macaione, che potrebbe divenire il nuovo presidente del club rosanero.

Fondatore e amministratore delegato di Main Capital Sgr, il banchiere palermitano e il suo team di consulenti hanno battuto la concorrenza del fondo di investimento americano York Capital e hanno permesso alla società di Viale del Fante di rimanere una società italiana.

Al suo fianco, nel ruolo di direttore generale, si inserirebbe Fabrizio Lucchesi, ex manager di Roma e Fiorentina, negli ultimi anni a Pisa e Latina. Per lui si tratterebbe di un ritorno, perché a Palermo c’era stato 20 anni fa, quando il club era di Sensi.

Il duo Foschi-De Angeli infine non dovrebbe uscire di scena, anzi. Il primo, salvo ripensamenti, resterà come direttore sportivo, la seconda come direttore amministrativo.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Palermo calcio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.