L’obbligo vaccinale per gli over 50 ha funzionato? Ecco quanto sono aumentate le somministrazioni

Stefano Rizzuti

20 Gennaio 2022 - 16:44

condividi

Qual è stato l’effetto dell’introduzione dell’obbligo vaccinale per gli over 50 sulla somministrazione delle prime dosi? Vediamo cosa dicono i dati e se questa misura sta funzionando.

L'obbligo vaccinale per gli over 50 ha funzionato? Ecco quanto sono aumentate le somministrazioni

L’introduzione dell’obbligo vaccinale per gli over 50 ha portato a un’accelerazione nella somministrazione delle prime dosi di vaccino anti-Covid. Un risultato più volte rivendicato anche dal governo in questi giorni, da quando è stato approvato il 5 gennaio il decreto che introduce l’obbligo.

Ma quanto sono realmente aumentate le vaccinazioni? Quante sono le persone con più di 50 anni che hanno deciso di vaccinarsi solo ora, cioè dopo che è stato introdotta l’obbligatorietà? Proviamo a vederlo analizzando i dati forniti in maniera disaggregata dal governo e mettendo insieme tutte le cifre e le inoculazioni per fascia d’età.

Le prime dosi degli over 50 dopo l’obbligo

Il primo dato che possiamo vedere è quello delle somministrazioni giorno per giorno delle prime dosi di vaccino per gli over 50:

  • 6 gennaio: 5.435
  • 7 gennaio: 15.973
  • 8 gennaio: 14.989
  • 9 gennaio: 10.468
  • 10 gennaio: 20.882
  • 11 gennaio: 23.230
  • 12 gennaio: 21.950
  • 13 gennaio: 21.342
  • 14 gennaio: 20.886
  • 15 gennaio: 18.476
  • 16 gennaio: 10.059
  • 17 gennaio: 17.604
  • 18 gennaio: 17.552
  • 19 gennaio: 16.041.

Il trend vede un aumento netto (circa il quadruplo delle dosi) nei giorni successivi all’introduzione dell’obbligo (che è stato annunciato il 5 ed è entrato in vigore l’8 gennaio). Il picco di prime dosi per gli over 50 si registra l’11 gennaio, poi si torna a scendere in maniera costante. Il trend in aumento si è quindi interrotto e ora il numero di prime dosi è nuovamente in calo, ma comunque con valori che corrispondono a circa il doppio rispetto ai giorni precedenti all’obbligo (tra il 3 e il 5 gennaio, per esempio, le prime dosi erano circa 8mila).

L’aumento delle prime vaccinazioni con l’obbligo

Al di là dell’andamento degli ultimi giorni possiamo vedere quanto siano aumentate le somministrazioni delle prime dosi con l’introduzione dell’obbligo. Nelle due settimane tra il 6 e il 19 gennaio sono state somministrate 234.887 agli over 50. Nelle settimane precedenti, quella tra il 23 gennaio e il 5 dicembre, le prime dosi per le persone con più di 50 anni sono state solo 70.405, meno di un terzo.

Si trattava, però, di un periodo con di mezzo molti giorni di vacanza. Proviamo quindi ad andare più indietro nel tempo: tra il 9 e il 22 dicembre le prime dosi per gli over 50 sono state 110.267, tra il 25 novembre e l’8 dicembre sono state 110.089. Con l’obbligo, quindi, le prime dosi a chi ha più di 50 anni sono più che raddoppiate.

Le prime dosi per fasce d’età

Tornando sul periodo più recente, dall’introduzione dell’obbligo in poi, vediamo quante sono state le prime dosi somministrate per fasce d’età, sempre con riferimento a quelle interessate dall’obbligo:

  • Over 90: 5.016
  • 80-89 anni: 19.797
  • 70-79 anni: 43.394
  • 60-69 anni: 72.609
  • 50-59 anni: 94.171.

Ovviamente questi numeri, in valori assoluti, devono essere rapportati anche alle persone che devono ancora ricevere il vaccino in queste specifiche fasce d’età. Se andiamo a vedere il dato degli over 80, in realtà, sono quelli che si sono vaccinati di più con l’introduzione dell’obbligo. Al contrario il tasso in rapporto al numero di non vaccinati scende leggermente per 60enni e 70enni e cala in maniera ancora più vistosa tra i 50enni che restano tra le fasce d’età meno vaccinate in assoluto.

Iscriviti a Money.it