Obbligo vaccinale, cambia tutto: multe fino a 3mila euro per i no vax

Emiliana Costa

8 Gennaio 2022 - 12:23

condividi

Da oggi 8 gennaio scatta l’obbligo vaccinale per gli over 50. Le multe per chi non aderisce alla campagna di immunizzazione possono arrivare a 3mila euro. Entriamo nel dettaglio.

Obbligo vaccinale, cambia tutto: multe fino a 3mila euro per i no vax

La multa di cento euro una tantum agli over 50 non vaccinati non sarebbe l’unica sanzione a cui andrebbero in contro coloro che non aderiscono alla campagna vaccinale. Ma rappresenta solo un tassello del nuovo decreto anti Covid del governo. Decreto che ha l’obiettivo di spingere gli over 50 a immunizzarsi, ridimensionando la pressione sugli ospedali.

Non solo 100 euro di multa dunque. Il provvedimento è molto più articolato e in linea teorica si può arrivare a una multa di 3mila euro. Entriamo nel dettaglio.

Le sanzioni per i no vax

Secondo il nuovo decreto anti Covid, dal primo febbraio l’Agenzia delle entrate invierà in automatico una multa da cento euro a tutti gli over 50 no vax. In tanti però avrebbero protestato contro la sanzione considerata «inadeguata». Palazzo Ghigi ha diffuso dunque alcune precisazioni per spiegare il provvedimento. Il nuovo decreto prevede infatti multe molto più salate di 100 euro. E in linea teorica si può arrivare a 3mila euro.

Palazzo Chigi ha chiarito che la sanzione una tantum da 100 euro non è l’unica prevista per gli ultracinquantenni non vaccinati. Per i lavoratori over 50 privi di super green pass, c’è la sospensione dal lavoro senza stipendio. E nel caso di accesso ai luoghi di lavoro, una multa da 600 a 1.500 euro (sanzione raddoppiata se la violazione è reiterata).

Non è tutto. Restano le multe da 400 a mille euro, a prescindere dall’età, in caso di violazione dell’obbligo di green pass o super green pass per l’accesso a una serie di servizi, attività e mezzi di trasporto.

Perplessità sulla sanzione da 100 euro ai no vax

In sostanza, il governo ha chiarito che la multa da 100 euro una tantum per gli over 50 no vax rappresenta solo un tassello di un sistema più complesso. Restano, però, dei nodi irrisolti. Un pensionato no vax, ad esempio, continuerà a prendere la sua pensione e se la «caverà» pagando cento euro di multa e 15 euro di tampone per il barbiere.

Tra le voci critiche, quella dell’assessore alla Salute del Lazio Alessio Amato: «La multa da cento euro una tantum per applicare l’obbligo vaccinale agli over 50 è inefficace». Gli fa eco Walter Ricciardi, consulente del Ministero della Salute: «Una multa da cento euro rappresenta una sanzione inadeguata, non funge da deterrente. Per farlo dovrebbe essere significativa». Il virologo Roberto Burioni attacca: «Una grottesca buffonata».

Filippo Anelli, presidente della Federazione dell’Ordine dei medici, commenta così: «La sanzione è inefficace, ne va della credibilità dello Stato». Sono tanti i medici e gli infermieri che hanno protestato sui social, spiegando di sentirsi traditi dall’inadeguatezza della multa: «Cento euro, il prezzo della nostra salute. Delle nostre vite. Dei sacrifici che facciamo da due anni, soprattutto noi operatori sanitari».

Argomenti

Iscriviti a Money.it