Netflix: entra nel vivo la battaglia streaming con Disney e Apple

Mentre incombono gli esordi di Disney+ e Apple Tv, Netflix ha già ampiamente studiato le sue contromisure. E gli analisti avvertono: manterrà la leadership

Netflix: entra nel vivo la battaglia streaming con Disney e Apple

Entra nel vivo la battaglia dello streaming tra l’attuale guida di settore Netflix e i subentranti Disney+ e Apple TV.

La terza stagione della serie Netflix The Crown sarà presentata in anteprima alla fine del mese, una data che sembra studiata di proposito per intercettare il momento in cui rivali del calibro di Apple, Disney e Amazon punteranno sui loro contenuti più forti, per rubare alla compagnia la leadership di settore.

Eppure al momento gli investitori hanno pochi dubbi: Netflix resisterà alle minacce e continuerà a guidare il comparto per un bel po’.

A certificarlo anche il recente balzo delle azioni, che hanno registrato un +10% nel corso delle ultime due settimane, sulla scia di utili migliori del previsto segnalati dall’ultima trimestrale.

Netflix vs Disney e Apple

Il CEO della compagnia, Reed Hastings, ha promesso di offrire agli utenti un numero sempre maggiore di contenuti, al fine di stare al passo con la concorrenza.

Ha confermato, senza troppi giri di parole, le intenzioni di “spendere parecchio” durante un recente evento organizzato dal New York Times. Ha anche aggiunto di aspettarsi che gli utenti possano abbonarsi a molti servizi streaming diversi, ma ritiene che continueranno a trascorrere la maggior parte del tempo su Netflix.

Al momento però la necessità di aumentare la mole di contenuti offerti è palese, così come non si può ignorare il fatto che la piattaforma costi più dei suoi concorrenti, con il piano più economico a 8,99 dollari al mese.

Per contro, Apple TV+ costa solo 4,99 dollari al mese e include serie con protagonisti del calibro di Jennifer Aniston, Reese Witherspoon, Jason Momoa e uno spettacolo del Book Club di Oprah Winfrey.

Mentre Disney+ - a breve distanza da un’attesissima uscita italiana - costerà 6,99 dollari al mese, offrendo classici titoli Disney come Biancaneve e i sette nani o Fantasia e film targati Pixar, Marvel, Lucasfilm, oltre a nuovi spettacoli legati a personaggi Marvel e lo spinoff di Star Wars: The Mandalorian.

Gli investitori di Netflix sono comprensibilmente nervosi in vista della nuova e agguerrita concorrenza, soprattutto perché occorre fare i conti anche con Amazon e il servizio Prime Video, Hulu e altre realtà pronte a emergere come HBO Max e Peacock di Comcast.

HBO Max ha recentemente acquisito i diritti della celebre sitcom anni ’90 Friends, che era stato uno dei prodotti Netflix di maggior successo, mentre è già ben noto che la serie The Office lascerà la piattaforma di Reed Hastings nel 2021 per approdare a Peacock.

Tutti questi timori rappresentano il motivo chiave per cui Netflix è rimasta leggermente indietro rispetto al mercato annuale; anche prendendo in considerazione il recente rimbalzo, quest’anno le azioni hanno guadagnato solo il 10%, che non è certo un percorso negativo, ma in ritardo rispetto al +28% del Nasdaq e il +20% di Disney.

Ma gli analisti restano tranquilli, evidenziando come Netflix vanti ancora successi enormi ed esclusivi come Stranger Things e stia producendo l’ultimo kolossal firmato da Martin Scorsese, The Irishman, che verrà trasmesso in streaming alla fine del mese, dopo un rilascio limitato nelle sale.

Mark Kelley, analista di Nomura Instinet, ha aumentato il suo target price su Netflix a 330 dollari, vale a dire circa il 15% in più rispetto al prezzo attuale; lo ha fatto dopo l’ultimo rapporto sugli utili della compagnia, parlando di una solida crescita degli abbonati e di “entrate crescenti al di fuori degli Stati Uniti”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Netflix

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \