Moratoria mutui e prestiti, proroga e novità nel decreto Sostegni bis

Anna Maria D’Andrea

16 Aprile 2021 - 17:24

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Moratoria mutui e prestiti verso la proroga. Il decreto Sostegni bis, accanto alla conferma dello stop alle rate, punta ad estendere la possibilità di congelare le rate del mutuo anche alle partite IVA per il 2021.

Moratoria mutui e prestiti, proroga e novità nel decreto Sostegni bis

Moratoria mutui e prestiti, proroga e novità nel cantiere del decreto Sostegni bis.

Come indicato dal DEF, il Governo intende proseguire con la sospensione delle rate dei prestiti, disponendo la proroga dal 30 giugno alla fine del 2021 dello stop ai versamenti. In parallelo, si va verso il rinnovo delle garanzie di Stato per i prestiti alle PMI.

Il decreto Sostegni bis destinerà buona parte dei 40 miliardi di deficit aggiuntivo in favore delle imprese e dei titolari di partita IVA. Accanto ai contributi a fondo perduto e alle nuove agevolazioni fiscali, è in fase di predisposizione un nuovo pacchetto di misure a sostegno della liquidità e per l’accesso al credito.

In merito alla sospensione del mutuo prima casa, è inoltre in campo l’ipotesi di estendere la possibilità di congelamento delle rate anche alle partite IVA, fino alla fine del 2021.

Moratoria mutui e prestiti, proroga e novità nel decreto Sostegni bis

Sul fronte dell’accesso al credito per le PMI, il decreto Sostegni bis disporrà la proroga della scadenza del regime di garanzia dello Stato sui prestiti per tutto il 2021, in parallelo al rinvio della moratoria sui crediti.

Sono queste le novità indicate all’interno del DEF, approvato il 15 aprile 2021.

Sulla moratoria di prestiti e finanziamenti, l’ultimo intervento è stato previsto dalla Legge di Bilancio 2021, che ha prolungato il periodo di stop fino al mese di giugno. Il termine si avvicina, ma la situazione economica non è certo migliorata.

Il decreto Sostegni bis punta quindi a prolungare la durata della moratoria sui prestiti per le piccole e medie imprese.

Se lo schema adottato dovesse riprendere le precedenti disposizioni, il prolungamento della sospensione sarebbe automatico per chi ne sta già beneficiando, mentre dovrebbe presentare domanda chi, ad oggi, non ha avuto accesso alla misura.

La proroga non è però l’unica novità allo studio del Governo. Il decreto Sostegni bis punta ad estendere la sospensione dei mutui anche alle partite IVA.

Moratoria mutui anche per le partite IVA per tutto il 2021

All’esame dei tecnici del MEF c’è il tema del Fondo Gasparrini, e dell’impossibilità di sospendere i mutui relativi all’acquisto della prima casa per i lavoratori autonomi.

Anche su questo potrebbe intervenire il decreto Sostegni bis.

Come dichiarato dal Sottosegretario al MEF Claudio Durigon, nel corso delle interrogazioni in Commissione Finanze della Camera del 14 aprile 2021, è allo studio una verifica tecnica per valutare la possibilità di elaborare una norma di proroga dell’operatività della misura, per estendere la possibilità di accedere alla moratoria sui mutui anche ai lavoratori autonomi, liberi professionisti e imprenditori individuali.

L’agevolazione, si ricorda, si applica fino al 31 dicembre 2021 per i mutui fino a 400.000 euro di importo, ma esclusivamente per i lavoratori che hanno subito una sospensione o una riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni, e che quindi percepiscono la cassa integrazione o altri ammortizzatori sociali, e per i contratti di mutuo che fruiscono della garanzia del Fondo prima casa.

La Legge di Bilancio 2021, nel prolungare l’operatività delle regole straordinarie per la sospensione dei mutui, ha escluso dalla moratoria i titolari di partita IVA. Un vulnus al quale il decreto Sostegni bis potrebbe porre rimedio.

Argomenti

# Mutuo

Iscriviti alla newsletter

Money Stories