Le migliori lauree per lavorare all’estero

Elisa Corpolongo

28/07/2021

01/08/2021 - 22:12

condividi

Lavorare all’estero è un desiderio molto ambito da chi intraprende un percorso di studi universitario. Vediamo quali sono le migliori lauree per lavorare fuori dall’Italia.

Le migliori lauree per lavorare all'estero

Anche ai tempi del Covid-19, quando le urgenti e continue restrizioni sui viaggi sembrano non offrire la possibilità ai giovani di andare a lavorare all’estero, in realtà si può comunque pensare al futuro e scegliere un corso di laurea che consenta di lasciare l’Italia per recarsi altrove in vista di un lavoro.

C’è chi, scegliendo il corso di studi, pensa alle lauree che fanno guadagnare di più, oppure alle facoltà con cui è più facile trovare lavoro e chi invece pensa da subito a trasferirsi all’estero. Dando per assunto che, in tutti i casi, chi frequenta l’Università pensa al proprio futuro - e magari a un futuro fuori confine - una domanda da porsi, dunque, è la seguente: quali sono le migliori lauree per lavorare all’estero?

Per rispondere a questa domanda, non si può non valutare quale fascia di mercato cerchi laureati in maniera maggiore. Perciò, vediamo quali sono le lauree più richieste all’estero o, almeno, le facoltà che al momento garantiscono un maggior numero di opportunità lavorative al di fuori dell’Italia.

Laurea in Ingegneria

Un buon corso di laurea per lavorare all’estero è Ingegneria. Le branche dell’Ingegneria sono veramente ampie e possono tutte offrire tanti sbocchi lavorativi oltre il confine italiano. Di particolare rilievo potrebbero essere l’ingegneria informatica, elettronica, meccanica, ma anche gestionale edile o civile.

I Paesi che offrono molte possibilità per il vasto ambito dell’Ingegneria sono il Canada, il Medio Oriente o l’Estremo Oriente e anche l’America Latina. Anche negli Stati Uniti c’è molta richiesta di esperti in Ingegneria, dipendentemente dall’ambito in cui si è specializzati. Una ricerca lavorativa può già avvenire online prima di intraprendere un viaggio.

Laurea in Relazioni Internazionali

Una laurea in Relazioni Internazionali potrebbe rivelarsi una buona scommessa per lavorare all’estero. Infatti, si può diventare esperto in comunicazione, diplomatico, tecnico di relazioni internazionali o anche esperto coordinatore tra aziende private e istituzioni pubbliche.

Un buon luogo da cui partire potrebbe essere una delle grandi città della diplomazia, come per l’Europa sono Bruxelles, Ginevra, Vienna o negli Stati Uniti, le grandi metropoli. Potrebbe essere consigliato un master come specializzazione e si potrebbe lavorare come figura cardine tra multinazionali con Paesi dell’Estremo Oriente, come Cina e Giappone.

Laurea in Lingue

L’inglese è un requisito fondamentale e oramai abbastanza scontato per chiunque voglia intraprendere un percorso lavorativo all’estero. A parte la conoscenza dell’inglese, che è un prerequisito base per tutti, conoscere lingue asiatiche o più di una lingua straniera può essere utile nei più disparati ambiti lavorativi.

La scelta su dove rivolgersi geograficamente dipende molto dalla lingua che si conosce. La scelta (anche per capire quale lingua è più utile) dovrebbe ricadere su quei Paesi la cui economia è in via di sviluppo.

Laurea in Economia

La laurea in Economia offre senz’altro molte possibilità per chi vuole lavorare all’estero. Con questo titolo di studio si può avere l’opportunità di lavorare come commercialista, ma anche come analista, broker, consulente finanziario o credit manager, o ancora consulente di marketing.

I posti adeguati all’estero per lavorare con una laurea in Economia dipendono molto dalla specializzazione che si è ottenuta durante il corso di studi. Per esempio, per essere uno specialista in tassazione, bisognerà fare riferimento a un Paese o un’area abbastanza specifica, in modo da indirizzarsi fin da subito a ciò che rientra negli interessi.

Laurea in Medicina o Professioni Sanitarie

La laurea in Medicina o in Professioni Sanitarie è molto richiesta un po’ ovunque e in particolare in zona europea. Anche per gli infermieri, la possibilità di andare a lavorare all’estero con questa laurea è tutt’altro che poco probabile.

Con una laurea in Infermieristica si potrebbe puntare soprattutto all’Inghilterra. Comunque, altre destinazioni possibili sono la Svizzera, il Canada, l’Australia e anche gli Stati Uniti. Con una laurea in medicina, i Paesi più ambiti sono la Germania, l’Irlanda, la zona nord-europea, ma anche l’India, gli Emirati Arabi e l’Arabia Saudita. Com’è semplice da immaginare, conoscere almeno una lingua potrebbe essere fondamentale al trasferimento all’estero a fini lavorativi.

Laurea in Informatica (Itc)

Non si può certo ignorare un’enfasi su tutto il settore dell’informatica, che ormai regna sovrano in tutti i mestieri. Dallo sviluppo di software, alle app, ai giochi, il mondo dell’Information & Communication Technology apre veramente molte porte a chiunque voglia intraprendere una carriera oltralpe.

Il Giappone è considerato la meta più ambita da chi si occupa di quest’ambito, ma anche in Europa ci sono molte possibilità e questa figura professionale è sempre più richiesta a livello globale, sempre a seconda dell’ambito di specializzazione.

Iscriviti a Money.it