Mercati in tensione: Trump convoca conferenza stampa a sorpresa sulla Cina

I mercati oggi di nuovo alle prese con lo scontro USA-Cina. Occhi puntati sulla conferenza stampa annunciata da Trump. Cosa sta per accadere?

Mercati in tensione: Trump convoca conferenza stampa a sorpresa sulla Cina

I mercati oggi sono tornati a fare i conti con la crescente tensione fra gli Stati Uniti e la Cina.

Negli ultimi giorni, i rapporti tra le due potenze mondiali, già non del tutto rosei, si sono ulteriormente deteriorati a causa di Hong Kong.

Ieri, Pechino ha ufficialmente approvato una nuova legislazione volta ad accentuare il controllo del governo centrale sulla regione amministrativa speciale e la reazione di Washington non è tardata ad arrivare.

I mercati oggi hanno reagito alle ultime notizie riguardanti lo scontro USA-Cina e alle dichiarazioni di Donald Trump, che per la giornata odierna ha convocato un’attesa conferenza stampa sul tema. Le cose potrebbero peggiorare drasticamente nell’arco di qualche ora.

Mercati oggi: tensione USA-Cina impenna. Occhi su conferenza Trump

Nella giornata di ieri, giovedì 28 maggio, l’Assemblea nazionale del popolo, unica camera legislativa della Repubblica Popolare Cinese ha approvato una nuova normativa nazionale di sicurezza riguardante Hong Kong, territorio che negli ultimi mesi ha dovuto fare i conti con una serie infinita di proteste democratiche contro il potere centrale di Pechino.

In virtù della nuova legislazione, il governo cinese ha cercato di rafforzare il proprio controllo sulla regione soffocando qualsiasi suo tentativo di autonomia, ma la reazione degli USA non è tardata ad arrivare.

Già durante lo scorso autunno Trump aveva espresso simpatia nei confronti dei manifestanti ma di recente la tensione ha toccato un nuovo apice e proprio per questo i mercati oggi sono tornati a guardare con apprensione agli ultimi sviluppi del caso.

Dopo il via libera di Pechino alla nuova normativa di sicurezza su Hong Kong, Donald Trump ha deciso di convocare una conferenza stampa per esprimersi sull’attuale stato delle relazioni USA-Cina.

L’evento prenderà il via nella giornata di oggi, venerdì 29 maggio, ma non è stato al momento comunicato alcun orario d’inizio né alcun dettaglio specifico in merito. I mercati oggi ne hanno risentito, almeno inizialmente, e hanno ripreso a scambiare in preda all’incertezza.

La reazione delle Borse mondiali

Nelle prime ore del mattino la maggior parte degli indici asiatici ha imboccato la via del ribasso, con Hong Kong, Tokyo, la Corea del Sud e l’Australia a registrare i rossi più evidenti. La Cina invece ha continuato a scambiare senza alcuna difficoltà nonostante il progressivo affievolimento dell’A50.

Con il passare delle ore e con l’avvicinarsi della chiusura di seduta, la situazione è comunque migliorata e numerosi indici hanno ridotto se non azzerato le perdite.

Poi è stato il turno delle Borse europee, che hanno registrato rossi piuttosto evidenti nelle prime due ore di contrattazione. Milano, ad esempio, ha perso circa lo 0,7% mentre numerose sue colleghe hanno lasciato sul campo più del singolo punto percentuale.

In linea di massima i mercati oggi hanno continuato a scambiare senza performance di nota mettendo in evidenza una certa cautela da parte degli investitori. La conferenza stampa di Trump sarà uno degli eventi più monitorati della giornata che potrebbe cambiare completamente le carte in tavola esacerbando un conflitto mai del tutto sopito.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories