Mascherina ffp2 obbligatoria sui mezzi a Milano? La proposta

Laura Pellegrini

9 Marzo 2021 - 15:19

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La mascherina ffp2 potrebbe diventare obbligatoria anche sui trasporti pubblici di Milano: la proposta è stata avanzata da un consigliere regionale.

Mascherina ffp2 obbligatoria sui mezzi a Milano? La proposta

Mentre il governo valuta nuove misure restrittive per contrastare la nuova ondata dell’epidemia, in Lombardia è stata depositata un’interrogazione al governatore Attilio Fontana in merito all’introduzione dell’obbligo di mascherina ffp2 sui mezzi pubblici.

Alla luce della situazione sanitaria preoccupante, che ha portato la Lombardia in zona arancione rafforzato, sarebbe opportuno potenziare le misure anti-contagio. Su esempio di alcuni Paesi europei, dove bisogna indossare la mascherina ffp2 nei negozi e sui mezzi pubblici, e della Provincia Autonoma di Bolzano, prima in Italia a ordinare l’uso della ffp2 nei luoghi più a rischio, anche la Lombardia potrebbe rendere obbligatoria la mascherina ffp2 sui trasporti pubblici. O almeno, è quello che ha proposto un consigliere regionale in una richiesta inoltrata al Pirellone.

Lombardia, obbligo mascherina ffp2 sui mezzi: la proposta

La Lombardia ha registrato un numero elevato di contagi nelle ultime settimane che ha costretto il governatore Attilio Fontana a ricorrere a numerose ordinanze restrittive, portando - in ultimo - l’intera Regione in zona arancione scuro.

Ciò significa che sono state adottate misure più restrittive per i cittadini, come la chiusura delle scuole e la limitazione degli spostamenti. Tra gli obblighi, inoltre, è stato introdotto quello di utilizzo della mascherina chirurgica sui mezzi pubblici, mentre è stato vietato l’utilizzo di dispositivi di stoffa. In merito a questa regola, però, il consigliere regionale Nicola Di Marco, ha avanzato la proposta di introdurre l’obbligo di indossare la mascherina ffp2 per contrastare le varianti.

Siamo convinti che dopo un anno di pandemia serva pensare necessariamente a un cambio di passo anche su questo argomento”, ha spiegato il consigliere.

Misure più forti contro le varianti

I sostenitori dell’interrogazione depositata al Pirellone dal consigliere Nicola Di Marco ritengono che la mascherina ffp2 risulti più efficace nel contrastare le varianti. Soprattutto sui mezzi pubblici, dove ogni giorno salgono e scendono pendolari e cittadini, è necessario garantire la sicurezza anche quando non è possibile mantenere il distanziamento minimo necessario (negli orari di punta).

Considerato l’alto numero di varianti che si stanno diffondendo sempre più in Lombardia – ha spiegato ancora Di Marco –, bisognerebbe pensare di utilizzare strumenti di prevenzione più forti, quindi anche a chi utilizza i mezzi per muoversi all’interno della Regione”.

In merito al costo più elevato di questi dispositivi di protezione, infine, il consigliere ha invitato la Regione ad attivarsi “ovviamente in accordo con il Governo, per l’eventuale reperimento e distribuzione delle mascherine ad aziende di trasporto e utenti: in questo modo sarà anche garantito un costo unitario di acquisto più basso, andando incontro alle esigenza del singolo cittadino che oggi per ragioni di costo deve necessariamente preferire la chirurgica”.

Argomenti

# Milano

Iscriviti alla newsletter

Money Stories