Lista Insieme chi sono? Sondaggi e alleanze in vista delle elezioni politiche 2018

La Lista Insieme è pronta per le elezioni politiche: ecco chi sono, i sondaggi e le alleanze di questa nuova forza politica che farà il suo esordio il 4 marzo.

Lista Insieme chi sono? Sondaggi e alleanze in vista delle elezioni politiche 2018

Una delle novità delle elezioni politiche del 4 marzo sarà la Lista Insieme, nuovo soggetto politico che vede al suo interno la presenza di partiti che hanno fatto la storia del nostro paese.

Vediamo allora nel dettaglio chi farà parte della Lista Insieme, le alleanze elettorali strette, gli obiettivi e i vari sondaggi che si stanno susseguendo in questa campagna elettorale che ci porterà al voto del 4 marzo.

Lista Insieme, chi sono?

La nascita della Lista Insieme è scaturità dall’unità di intenti alle prossime elezioni politiche del Partito Socialista, dei Verdi e di Area Civica, un movimento che raggruppa tutte quelle anime vicine all’ex premier Romano Prodi.

Come si può notare molto bene dal simbolo, dove è forte anche il richiamo europeista, oltre alla presenza dei tre simboli delle forze politiche è chiaro il riferimento a quello che fu l’Ulivo oltre che per lo stile, anche per il ramoscello che campeggia dietro la scritta centrale.

Alla presentazione della Lista Insieme quindi non sono mancati il numero uno del Partito Socialista Riccardo Nencini, Luana Zanella e Angelo Bonelli dei Verdi e Giulio Santagata in rappresentanza di Area Civica.

CLICCA QUI PER LA NOSTRA INTERVISTA AD ANGELO BONELLI

Chi poi si è apertamente dichiarato come sostenitore di Insieme è Romano Prodi, che ha sottolineato come la lista porti avanti quello che era il suo sogno ovvero quello di vedere un centrosinistra unito.

Le alleanze

Lista Insieme alle elezioni politiche correrà all’interno della coalizione di centrosinistra assieme al Partito Democratico, alla Lista Popolare e a Più Europa, la lista di Emma Bonino che racchiude tutte le anime radicali del paese.

Vista l’attuale legge elettorale, per poter eleggere propri candidati dalle liste della parte proporzionale si dovrà raggiungere almeno il 3% dei voti su base nazionale. Altra asticella molto importante è quella dell’1%, sotto la quale ogni voto preso non viene poi conteggiato nel computo totale della coalizione.

In pratica Lista Insieme se supererà il 3% eleggerà di sicuro dei parlamentari. Tra l’1% e il 2,99% invece non otterrà nessun seggio ma la propria percentuale verrà ripartita in maniera proporzionale tra le liste della sua coalizione che hanno superato la soglia di sbarramento. Sotto l’1% invece nessun voto ottenuto sarà conteggiato per la coalizione.

L’obiettivo quindi della lista è naturalmente quello di superare la soglia di sbarramento del 3% e, più in generale, di dare una grossa mano al centrosinistra in questa delicata competizione elettorale che al momento non li vede tra i favoriti.

I sondaggi

Con le elezioni politiche che si terranno il 4 marzo, siamo ormai nella parte finale di questa breve ma molto intensa campagna elettorale dove i fatti di cronaca spesso hanno fatto più rumore delle varie proposte programmatiche.

Questo è il responso per quanto riguarda le preferenze nei vari partiti nell’indagine elettorale resa nota lo scorso 16 febbraio. Ricordiamo che come prevede la legge, da sabato 17 febbraio non sarà più possibile divulgare nuovi sondaggi.

  • Movimento 5 Stelle - 27,1% (-0,2%)
  • Partito Democratico - 22,7% (-0,1%)
  • Forza Italia - 16% (-0,1%)
  • Lega Nord - 14,2% (+0,3%)
  • Liberi e Uguali - 5,4% (+0,2%)
  • Fratelli d’Italia - 4,6% (/)
  • Noi con l’Italia - 2,7% (-0,1%)
  • Più Europa - 2,2% (+0,1%)
  • Lista Insieme - 1,6% (/)
  • Civica Popolare - 1% (/)
  • Potere al Popolo - 0,8% (/)
  • CasaPound - 0,6% (/)
  • SVP - 0,4% (/)
  • 10 Volte Meglio - 0,3% (/)
  • Altri - 0,4% (-0,1%)
  • Astenuti - 32% (+0,9%)
  • Indecisi - 12,3% (+0,7%)
  • Bianca - 2% (/)

Alla luce di queste percentuali, ecco come sarebbe la situazione considerando le coalizioni che dovrebbero presentarsi alle urne.

  • Centrodestra - 37,5% (+0,1%)
  • Centrosinistra - 27,9% (/)
  • Movimento 5 Stelle - 27,1% (-0,2%)
  • Liberi e Uguali - 5,4% (+0,2%)

Lista Insieme quindi secondo il sondaggio al momento sarebbe all1,6%. Una percentuale questa che non garantirebbe alla forza politica di eleggere propri rappresentanti nella parte proporzionale della legge elettorale.

A livello di coalizione il centrosinistra sembrerebbe dare segnali di risveglio dopo un periodo di forte calo. Il centrodestra è sempre distante mentre è aumentato il vantaggio sul Movimento 5 Stelle.

Durante queste settimane di campagna elettorale quindi Lista Insieme e tutto il centrosinistra in generale dovranno cercare di risalire la china, anche se alla fine il pareggio elettorale ormai sembrerebbe essere il risultato più scontato.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elezioni politiche 2018

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Simone Micocci

Simone Micocci

ieri

Salvatore Giuliano sarà Ministro dell’Istruzione del nuovo Governo?

Salvatore Giuliano sarà Ministro dell'Istruzione del nuovo Governo?

Commenta

Condividi

Simone Micocci

Simone Micocci

ieri

Chi è Elisabetta Trenta, probabile Ministro della Difesa?

Chi è Elisabetta Trenta, probabile Ministro della Difesa?

Commenta

Condividi

Alessio Trappolini

Alessio Trappolini

2 giorni fa

Analisi BTP: Governo Conte al test titoli di Stato, possibili rivalutazioni nel breve

Analisi BTP: Governo Conte al test titoli di Stato, possibili rivalutazioni nel breve

Commenta

Condividi