Chi è Lamberto Giannini, nuovo capo della Polizia di Stato

Laura Pellegrini

8 Marzo 2021 - 15:09

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Lamberto Giannini è il nuovo capo della Polizia di Stato, nominato dal premier Mario Draghi. Alle spalle ha 25 anni nel mondo dell’anti terrorismo: ecco chi è il nuovo direttore generale della Pubblica Sicurezza.

Chi è Lamberto Giannini, nuovo capo della Polizia di Stato

Romano, classe 1964, il prefetto Lamberto Giannini è stato scelto dal premier Mario Draghi come nuovo capo della Polizia di Stato. Nel curriculum vanta ben 25 anni di servizio nel mondo dell’anti terrorismo, oltre ad aver contribuito agli arresti di alcuni membri delle Brigate Rosse.

Giannini sostituisce Franco Gabrielli - con il quale ha lavorato a lungo, fianco a fianco, in importanti indagini contro il terrorismo nazionale e internazionale - che ha da poco giurato da sottosegretario con delega alla sicurezza della Repubblica.

Una laurea conseguita presso l’Università la Sapienza di Roma e un curriculum ricco di esperienze: ecco chi è Lamberto Giannini, il nuovo capo della Polizia di Stato italiana.

Polizia di Stato, chi è Lamberto Giannini

Lamberto Giannini è nato a Roma il 29 gennaio del 1964 e si è laureato in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma. Nel 1989 è entrato nei ruoli della Polizia di Stato dopo aver frequentato il 74° corso per vice-commissari presso l’Istituto Superiore di Polizia.

Ha operato come investigatore nel mondo dell’antiterrorismo per più di 25 anni, mentre guidava, nell’ordine, la Digos della Questura di Roma, il Servizio Centrale Antiterrorismo e la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione. Dal 1 ottobre 2016 al 23 dicembre 2020, inoltre, è stato direttore di quest’ultima istituzione.

Alcune delle sue operazioni più importanti comprendono l’arresto di alcuni terroristi appartenenti alle Brigate Rosse, oltre alla dissoluzione di una cellula neo-brigatista che stava pianificando un grave attentato dinamitardo contro militari italiani e intendeva attaccare anche il vertice G8 a La Maddalena. Infine, importante anche, nel 2005, l’arresto (a Roma) di uno dei foreign fighters che avevano tentato di farsi esplodere nella metropolitana di Londra.

Dal 2 gennaio 2021 Giannini è diventato capo della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, per poi succedere a Gabrielli in veste di direttore generale della Pubblica Sicurezza.

La nomina a capo della Polizia di Stato

Mi congratulo con il prefetto Lamberto Giannini che da oggi è il nuovo capo della Polizia - direttore generale della Pubblica sicurezza”, così si esprimeva il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese dopo la delibera del Consiglio dei Ministri.

La proposta di nomina di Giannini era giunta proprio dalla Lamorgese “in virtù di un curriculum di eccellenza e di un apprezzamento sulle qualità personali e professionali condiviso a tutti i livelli istituzionali, che la rendono ancor di più solida garanzia per cittadini e forze di polizia ” .

La nomina ha riscosso enorme apprezzamento anche tra i partiti politici di maggioranza e opposizione. A partire dal leader della Lega, Matteo Salvini, che ha inviato a Giannini i suoi complimenti e un augurio di buon lavoro. I sindacati di Polizia, infine, riconoscono al prefetto esperienza e “conoscenza dei nostri problemi”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories