La Russia colpisce le riserve di gas europeo in Ucraina, cosa succede?

James Hydzik

12 Aprile 2024 - 11:00

Un attacco al sito di stoccaggio del gas da 17 miliardi di metri cubi rischia di danneggiare le infrastrutture utilizzate per immagazzinare il gas per l’Europa.

La Russia colpisce le riserve di gas europeo in Ucraina, cosa succede?

La Russia ha lanciato un attacco missilistico e droni contro l’Ucraina la mattina presto dell’11 aprile.

Almeno otto grandi missili sono stati puntati contro l’impianto di stoccaggio del gas vicino a Stryj, nell’Ucraina occidentale. Sono stati lanciati circa quaranta missili e quaranta droni, e di questi sei missili Kinzhal da 4.300 kg in direzione dell’impianto di stoccaggio.

Situato a 80 km dal confine polacco, l’impianto di Stryj fa parte del sistema di stoccaggio del gas ucraino utilizzato dai Paesi dell’UE. Questo deposito è ancora utilizzato dagli Stati europei anche dopo l’invasione russa su larga scala dell’Ucraina nel 2022. Stryj è stato preso di mira almeno due volte in precedenza dai missili russi.

Al momento della stesura di questo rapporto non era stata resa pubblica alcuna valutazione dei danni, a parte il fatto che le unità di stoccaggio stesse non erano danneggiate ed era in corso un’ispezione del sistema di distribuzione. Mentre gli stessi impianti di stoccaggio si trovano molto in profondità nel sottosuolo, il gasdotto e le altre infrastrutture critiche necessarie per rendere operativo il sito erano fuori terra.

L’Ucraina ha messo a disposizione dell’UE una capacità di 10 miliardi di metri cubi di stoccaggio per la stagione di riscaldamento 2023-2024. Secondo il Daily Mirror del Regno Unito, l’impianto di Stryj rappresenta 17 miliardi di metri cubi degli oltre 30 miliardi di metri cubi del sistema di stoccaggio dell’Ucraina. Il 23 marzo, una parte del sistema di stoccaggio è stata danneggiata da un razzo russo, ma l’operatore statale del sistema di gas Naftogaz Ukrayini non ha divulgato dettagli sull’entità del danno.

L’ampio sistema di gas in Ucraina fa parte dell’infrastruttura del Paese dell’era sovietica. Il gas estratto da tutta l’Unione Sovietica veniva immagazzinato nell’Ucraina occidentale quando l’Unione Sovietica era un importante fornitore di gas per l’UE.

Settore energetico sotto attacco

Nell’Ucraina centrale, la centrale termoelettrica di Trypillya è stata completamente distrutta dagli attacchi missilistici.

Trypillya TPP ha fornito elettricità alla regione di Kiev. L’impianto aveva precedentemente fatto notizia come destinatario del carbone acquistato dagli Stati Uniti nel 2019. In precedenza l’impianto faceva affidamento sul carbone proveniente da miniere che erano cadute fuori dal controllo di Kiev. Centerenergo, proprietario di Trypillya TPP, ha acquistato carbone della Pennsylvania in sostituzione, carbone che veniva spedito dal porto di Baltimora.

Articolo pubblicato su Money.it edizione internazionale il 2024-04-11 15:02:53. Titolo originale: Russia hits European gas storage facilities in Ukraine

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO
Termina il 24/05/2024 Quale criptovaluta comprare oggi?

155 voti

VOTA ORA

Quale criptovaluta comprare oggi?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo