L’Italia? È spaccata in due

Il quadro che emerge dallo studio di Confcommercio “Nord Italia verso l’Europa, Sud altrove” è quello di un Paese spaccato in due, in cui la scelta obbligata, per chi abita al meridione, è rappresentata dall’emigrazione.

L'Italia? È spaccata in due

In dieci anni, il Pil pro-capite delle regioni meridionali ha messo a segno una contrazione dell’8,1%. È quanto emerge dallo studio di Confcommercio “Nord Italia verso l’Europa, Sud altrove”.

“Un’economia ferma e senza una vera prospettiva di ripresa aggrava i problemi strutturali del mezzogiorno allontanandolo sempre più del resto del Paese”, ha detto il presidente dell’associazione, Carlo Sangalli.

Italia: due economie nello stesso Paese

Tra il 2008 e il 2018 il Pil pro-capite del nostro Paese è passato da 27,5 a 26,1 mila euro (-5,2%): a fronte del segno più messo a segno dal Trentino Alto Adige (+0,8%) troviamo il -9,5% della Calabria.

Se nelle aree Nord-ovest, nord-est e centro si registrano valori decisamente sopra la media (32,3, 31,4 e 28,1 mila euro, da 33,7, 31,9 e 30,7 mila), al Sud il dato segna 17,1 mila euro, dai 18,6 di 10 anni prima.

Prendendo sempre a riferimento Trentino e Calabria, il Pil pro-capite 2018 nella prima regione si attestava a 35,6 mila ero, più del doppio rispetto ai 15,7 mila euro della regione meridionale.

Italia: al Sud è occupato uno su due

Per quanto riguarda l’occupazione, riporta lo studio di Confcommercio, i target di Lisbona 2020, che per il nostro Paese prevede occupati al 67%, sono ampiamente superati nel Nord-Ovest (71,6%) e nel Nord-Est (73%).

Sopra l’obiettivo anche il Centro (67,8%) mentre al Sud meno della metà delle persone tra i 20 ed i 64 anni sono occupate (48,2%, con un minimo del 44,1% in Sicilia).

Nel complesso, la media italiana si attesta al 63%.

Italia: emigrazione unica alternativa

In un simile contesto, quella dell’emigrazione rappresenta una scelta spesso obbligata: tra il 2015 e il 2018 la popolazione delle regioni meridionali è scesa di oltre 222 mila unità.

Il Sud, ha commentato il direttore dell’ufficio studi di Confcommercio, Mariano Bella, “un luogo di passaggio per chi ha la possibilità di andare altrove”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Confcommercio

Argomenti:

Italia PIL Confcommercio

Condividi questo post:

2 commenti

foto profilo

Acciardo • 4 settimane fa

Credo che il SUD, massacrato per 153 anni, dopo la conquista dei Savoia, non abbia altra strada dell’INDIPENDENZA...ossia SEPARARSI..Non vedo altre soluzioni!

foto profilo

HiFi freak • 4 settimane fa

Questo genere di statistiche hanno in Italia solo un valore indicativo, viste le grosse percentuali di economia sommersa (in Nero) presenti un po’ dappertutto, ma ESTREMAMENTE piu’ pesanti al Centro-Sud. Chiunque frequenti il Sud Italia per lavoro o per vacanza ( io per entrambe le ragioni) puo’ facilmente stimare quanto queste statistiche debbano essere «corrette».
Solo un esempio di vita vissuta dalla mia famiglia: pranzo in un bel ristorante con giardino nella piazza principale di un capoluogo di provincia in Sicilia; alla mia richiesta della ricevuta fiscale, la cameriera prima si e’ fatta ripetere la domanda, poi e’ sbiancata ed e’ andata a chiedere aiuto al titolare.
Io seguivo la scena senza farmi accorgere. Il titolare prima era incredulo, poi convinto dalla cameriera ha iniziato ad aprire tutti i cassetti della scrivania all’ingresso, senza trovare il blocchetto delle ricevute. Disperato ha mandato a chiamare il padre, che stava giocando a carte in un bar adiacente. Il nonnetto, con fare sicuro, ha svuotato un cassetto ed ha trovato il blocchetto delle ricevute. Cosi’, al 12 agosto, io ho potuto ricevere il conto con Ricevuta Fiscale N. 1 dell’anno in corso.
Il capoluogo di quella provincia, nella classifica di 24 Ore, si trova in uno degli ultimi 5 posti. Invito alla visita che mostrera’ in centro citta’ una eccezionale predominanza di negozi di gioielleria e di vestiti firmati. Buon divertimento

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.