L’IMU è deducibile dal reddito di impresa?

L’IMU è deducibile dal reddito di impresa?

L'IMU è deducibile dal reddito di impresa?

L’IMU pagata dalle imprese è deducibile? Si, ma solo parzialmente.

La deducibilità parziale dell’IMU dal reddito di impresa è stata stabilita dalla Legge di Stabilità 2014 - Legge 147/2013 - nella misura del 30% per il periodo d’imposta 2013 e nella misura del 20% sui periodi d’imposta successivi. Per beneficiare della deduzione parziale dell’IMU dal reddito di impresa è necessario che l’immobile considerato sia strumentale (per destinazione o per natura).

Di conseguenza, nella dichiarazione dei Redditi compilate dai titolari di reddito d’impresa l’IMU potrà essere portata in deduzione per una quota pari al 20%.

Analizziamo insieme le regole principali in materia di deducibilità dell’IMU dal reddito di impresa.

IMU deducibile parzialmente dal reddito di impresa: i soggetti beneficiari

La deduzione parziale 20 per cento dell’IMU dal reddito di impresa può essere fruita dalle seguenti categorie di soggetti:

  • le società e gli enti commerciali residenti;
  • gli enti non commerciali, con riguardo all’IMU sui beni relativi all’attività commerciale esercitata;
  • le società in nome collettivo, in accomandita semplice ed equiparate e le imprese individuali, familiari o coniugali (per l’IMU sui beni relativi all’attività commerciale esercitata);
  • le persone fisiche, le società e gli enti non residenti che esercitano attività commerciali nel territorio dello Stato mediante stabili organizzazioni;
  • i professionisti e gli studi professionali;
  • le società di persone e le imprese individuali in contabilità semplificata.

Per fruire della deduzione parziale 20 per cento dell’IMU sul reddito di impresa è necessario che il bene immobile considerato sia regolarmente registrato nel libro dei beni ammortizzabili (cespiti). Unica eccezione a questa regola è quella dei lavoratori autonomi e dei professionisti, per i quali la deduzione in oggetto spetta solo per gli immobili strumentali per destinazione e, in questo senso, non è richiesta la contabilizzazione degli stessi al fine di fruire della deduzione.

Deduzione parziale IMU dal reddito di impresa e requisito della strumentalità: alcune riflessioni

Abbiamo detto prima che per fruire della deduzione IMU sul reddito di impresa il bene immobile posseduto dall’impresa considerata debba essere di due tipologie alternative:

  • bene immobile strumentale per destinazione;
  • bene immobile strumentale per natura.

La distinzione in oggetto ci è fornita dal comma 2 dell’articolo 43 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi:

Ai fini delle imposte sui redditi si considerano strumentali gli immobili utilizzati esclusivamente per l’esercizio dell’arte o professione o dell’impresa commerciale da parte del possessore. Gli immobili relativi ad imprese commerciali che per le loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione senza radicali trasformazioni si considerano strumentali anche se non utilizzati o anche se dati in locazione o comodato

Di conseguenza, i beni strumentali per destinazione sono quelli utilizzati esclusivamente per l’esercizio dell’impresa commerciale da parte del possessore, a prescindere dalla natura o dalle caratteristiche.

Gli immobili strumentali per natura, invece, sono quelli che per le loro caratteristiche non sono suscettibili di una diversa utilizzazione senza una radicale trasformazione e diversi da quelli abitativi (si pensi agli uffici o ai capannoni industriali per esempio).

Deduzione IMU 20% dal reddito di impresa: compilazione dichiarazione dei redditi

Per fruire della deduzione parziale IMU dal reddito di impresa è necessario compilare il corrispondente quadro della dichiarazione dei redditi.

A questo proposito il riferimento è diverso a seconda della tipologia di soggetto considerato ovvero:

  • imprese in contabilità ordinaria: Rigo RF 55 codice 38;
  • imprese in contabilità semplificata: Rigo RG 22 codice 23;
  • lavoratori autonomi e professionisti: Rigo RE 19.

Il criterio per la deducibilità è quello di cassa: l’IMU, infatti, può essere dedotta nel periodo d’imposta in cui è stata pagata (a prescindere dalla relativa competenza).

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su IMU

Argomenti:

IMU TUIR

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.