iPhone 7: ecco come cambiano i tagli di memoria. Rumor e anticipazioni

Apple, addio memoria da 16GB? Secondo le ultime anticipazioni sembra che la Apple abbia scelto di rivoluzionare i tagli di memoria del nuovo iPhone 7.

iPhone 7, addio alla memoria da 16GB?

Continuano le anticipazioni sul nuovo iPhone 7, smartphone che verrà presentato a settembre durante il Keynote 2016.

Nei giorni scorsi vi avevamo elencato le tre novità che probabilmente non avrebbero fatto piacere agli appassionati Apple che aspettano con ansia l’uscita del nuovo iPhone 7.

Immaginiamo, invece, che molti di voi apprezzeranno la notizia che vi stiamo per dare, poiché riguarda l’eliminazione di una caratteristica dell’iPhone che non tutti apprezzano particolarmente.

Infatti, sembra che la Apple abbia deciso di non produrre l’iPhone 7 con taglio di memoria da 16GB, poiché non è considerato più sufficiente per raccogliere tutte le app e i contenuti multimediali che un utente desidera avere sul proprio smartphone.

Contemporaneamente, la Apple potrebbe introdurre un iPhone 7 con memoria da 256GB, come confermato da alcune immagini “rubate” dai laboratori della SanDisk.

Questa notizia probabilmente farà felici tutti coloro che desiderano acquistare il nuovo iPhone 7 poiché potranno beneficiare di una memoria storage più ampia. Vediamo nel dettaglio quali cambiamenti ha in mente Apple per l’iPhone 7 e quali saranno i tagli di memoria disponibili.

iPhone 7: addio memoria da 16GB in favore di una da 256GB?

Nelle ultime ore stanno circolando delle foto molto interessanti che anticipano un cambio di rotta da parte di Apple per quanto riguarda i tagli di memoria dell’iPhone 7.

Infatti, sono state pubblicate delle immagini che ritraggono una memoria Nand da 256GB prodotta dalla SanDisk. La memoria ritratta nelle foto non è molto diversa da quelle adottate nei vari iPhone e per questo in molti hanno ipotizzato che quella dell’immagine non sia altro che il nuovo taglio di memoria che la Apple monterà sul nuovo iPhone 7.

La SanDisk infatti è una delle aziende principali da cui la Apple acquista memorie flash per i propri dispositivi. Nel dettaglio, secondo gli analisti, il 20% delle memorie dell’iPhone 6 sono sviluppate dalla SanDisk, mentre il restante 80% da aziende come Hynix, Samsung e Toshiba.

Tuttavia, se è vero che la SanDisk sta lavorando allo sviluppo di una memoria da 256GB compatibile con l’iPhone 7, è possibile che la Apple in futuro sceglierà di rifornirsi esclusivamente dall’azienda statunitense.

Inoltre, la SanDisk è molto famosa tra gli addetti al settore per la produzione delle memorie flash 3D da 32GB, poiché sono molto veloci. E potrebbero essere proprio queste a caratterizzare la versione base dell’iPhone 7.

iPhone 7: prezzi più alti rispetto l’iPhone 6s?

Quindi, se queste anticipazioni venissero confermate, l’iPhone 7 sarà disponibile in 3 diversi tagli di memoria: 32GB, 128GB e 256GB. Di conseguenza, non sarebbe solo il taglio da 16GB ad essere eliminato, ma anche quello da 64GB.

A causa di questi cambiamenti, ci potrebbe essere un innalzamento dei prezzi dell’iPhone 7. Infatti, immaginiamo che difficilmente la Apple proporrà lo stesso prezzo di listino per un iPhone 7 con la memoria raddoppiata; quindi, mentre la versione da 32GB potrebbe costare circa 50€ in più, per il modello da 256GB si potrebbe arrivare a un costo di 1299€ (per la versione Plus).

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.