Guerra in Ucraina, la Russia cambia strategia e punta al Donbass: “Il conflitto finirà il 9 maggio”

Stefano Rizzuti

26/03/2022

26/03/2022 - 15:20

condividi

La Russia punta tutto sul Donbass e annuncia ai suoi soldati che la guerra finirà il 9 maggio. Secondo l’intelligence ucraina sarebbe stato sventato un piano per l’uccisione del presidente Zelensky. Gli ultimi aggiornamenti sul conflitto in Ucraina.

Guerra in Ucraina, la Russia cambia strategia e punta al Donbass: “Il conflitto finirà il 9 maggio”

Dopo più di un mese di combattimenti la Russia cambia strategia in Ucraina. Quando ormai l’invasione da parte delle truppe di Mosca è stata avviata da oltre un mese, il Cremlino punta sul Donbass. Intanto continuano a suonare le sirene anti-aereo in diverse città: Kiev, Zaporizhia, Dnipro, Kharkiv e Sumy.

Secondo le Nazioni Unite sono stati superati i mille morti tra i civili in Ucraina e a Mariupol è stata confermata la presenza di fosse comuni. Intanto, secondo l’intelligence ucraina, la Russia avrebbe tentato di assassinare il presidente Volodymyr Zelensky.

Lo stesso presidente ucraino potrebbe inviare un messaggio in occasione della notte degli Oscar e nel frattempo continua a chiedere alla Russia di aprire dei negoziati veri e significativi. Vediamo cosa sta succedendo in Ucraina e quali sono gli ultimi sviluppi sul conflitto con gli aggiornamenti di oggi.

La situazione a Mariupol: presto operazione umanitaria

Gli scontri più cruenti sono quelli che proseguono a Mariupol. L’Onu fa sapere di aver ricevuto informazioni che confermano l’esistenza di fosse comuni in città, anche attraverso le immagini satellitari. Si parla invece di 300 possibili morti nel bombardamento russo del teatro di Mariupol, avvenuto negli scorsi giorni.

Intanto il presidente francese, Emmanuel Macron, annuncia l’avvio di un’operazione umanitaria di evacuazione a Mariupol con la collaborazione di Turchia e Grecia.

Il cambio di strategia di Putin: punta tutto sul Donbass

La Russia intanto cambia strategia. Da una parte, secondo il Pentagono, punta sulle truppe in Georgia, da impiegare ora in Ucraina. Dall’altra si starebbe concentrando su quella che il Cremlino definisce come la “completa liberazione del Donbass”.

Per Mosca sarebbe finita una prima fase del conflitto e l’obiettivo si dovrebbe spostare ora sul Donbass, dove in effetti si è intensificata l’azione militare russa negli ultimi giorni. Ai soldati russi è stato annunciato che la guerra terminerà il 9 maggio, nel giorno dell’anniversario della fine della Seconda guerra mondiale.

Il piano per assassinare Zelensky

Un alto consigliere del ministero della Difesa ucraino spiega che un contractor russo di paramilitari sostenuto da Mosca avrebbe partecipato a un piano per assassinare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il vice-premier Denys Shmyhal. Piano fallito ma confermato anche dall’intelligence ucraina.

Ucraina, ipotesi Zelensky agli Oscar

Lo stesso Zelensky torna a parlare e sostiene che le truppe russe avrebbero perso, dall’inizio della guerra, più di 16mila militari. Allo stesso tempo il presidente ucraino chiede a Putin di dare vita a negoziatisignificativi” che garantiscano però la sovranità di Kiev.

Secondo quanto riportato dal New York Post, Zelensky potrebbe partecipare alla notte degli Oscar: si ipotizza che il presidente ucraino possa apparire in video durante la cerimonia che nella serata di domenica verrà trasmessa in tutto il mondo.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO