Green pass e viaggi, cambia tutto: nuove regole e corridoi turistici Covid free

Emiliana Costa

2 Febbraio 2022 - 17:41

condividi

È entrata in vigore la nuova ordinanza del ministero della Salute che ha introdotto nuove regole per i viaggi all’estero. Ecco le mete raggiungibili.

Green pass e viaggi, cambia tutto: nuove regole e corridoi turistici Covid free

Viaggiare dentro e fuori l’Europa ora è più semplice. Dal primo febbraio, infatti, è entrata in vigore la nuova ordinanza sui viaggi all’estero emanata dal ministero della Salute. Ordinanza che ha introdotto nuove regole sia per chi si sposta nell’area Schengen, sia per chi desidera spostarsi fuori dal continente europeo. Come cambiano dunque i viaggi all’estero? Entriamo nel dettaglio.

Le regole in Europa e i nuovi corridoi turistici

A chi arriva da un stato della Ue nel nostro paese sarò consentito l’ingresso solo tramite green pass. Per entrare in Italia non sarà dunque più obbligatorio il tampone, previsto nell’ordinanza di dicembre 2021.

Non è tutto. Aumentano anche i corridoi turistici Covid free per quanto riguarda i viaggi extra-continentali. Sono state aggiunte sei nuove destinazioni a quelle già visitabili e vendibili dai tour operator con il Travel Pass. Le nuove mete sono:

  • Cuba;
  • Singapore;
  • Turchia;
  • Phuket (Thailandia);
  • Oman;
  • Polinesia Francese.

Restano confermati i precedenti corridoi turistici aperti al pubblico:

  • Aruba;
  • Maldive;
  • Mauritius;
  • Seychelles;
  • Repubblica Dominicana;
  • Egitto (solo Sharm El Sheikh e Marsa Alam).

Tutte queste destinazioni saranno raggiungibili fino al 30 giugno 2022.

Come funzionano i corridoi turistici?

In un’intervista a Rainews, la presidente nazionale Fiavet (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo) Ivana Jelenic ha spiegato cosa si intende per corridoi turistici e come viaggiare rispettando le regole.

«Per corridoi turistici - afferma l’esperta - si intendono gli itinerari in partenza e in arrivo sul territorio nazionale, finalizzati a consentire la realizzazione di viaggi controllati che includono la permanenza presso strutture ricettive selezionate, secondo specifiche misure di sicurezza sanitaria. Le mete autorizzate sono quelle che rispondono ai criteri stabiliti dal ministero della Salute».

I turisti per essere in regola devono rivolgersi a un tour operator italiano che fornirà loro tutto il pacchetto: volo, trasferimenti, soggiorno e assicurazione che copra tutto il corso del viaggio. Ma come si ottiene il Travel pass necessario per viaggiare?

«Viene emesso - continua Jelenic - dall’operatore turistico italiano ed è incluso nel pacchetto viaggio acquistato. Per essere in regola bisogna esserne in possesso. Tutte le altre forme di spostamento sono fuori norma».

Nonostante questo, le prenotazioni restano basse soprattutto rispetto agli anni pre-pandemia. Ma l’esperta rassicura chi desidera mettersi in viaggio: «Per quanto riguarda il monitoraggio dei contagi la sperimentazione dei corridoi turistici finora è andata molto bene. Per questo, oltre all’ampliamento delle destinazioni visitabili, la misura è stata prorogata per altri sei mesi».

Jelenic conclude parlando dei ristori ricevuti finora dal settore turistico: «Le misure messe in campo finora sono irrisorie. C’è assolutamente bisogno di nuovi ristori per la filiera turistica. Altri settori hanno lavorato a intermittenza, il nostro, anche nel 2021, è fermo a una perdita di fatturato di circa l’80%».

Argomenti

Iscriviti a Money.it