Gas, la crisi ci è costata già 50 miliardi: ne serviranno altri 60 per il caro-bollette

Alessandro Cipolla

31 Agosto 2022 - 08:36

condividi

Il think tank Bruegel ha stimato che l’Italia finora ha speso 50 miliardi per far fronte alla crisi del gas: nei prossimi mesi però ne serviranno altrettanti per il caro-bollette.

Gas, la crisi ci è costata già 50 miliardi: ne serviranno altri 60 per il caro-bollette

Quanto è costata finora all’Italia la crisi del gas, iniziata un anno fa e poi esplosa con lo scoppio della guerra in Ucraina? A fare i conti in tasca ai Paesi dell’Unione europea è stato Bruegel, un think tank belga il cui studio nelle scorse ore è stato rilanciato anche da Palazzo Chigi.

Secondo l’analisi di Bruegel, acronimo di Brussels European and Global Economic Laboratory, l’Italia dal settembre 2021 a oggi per far fronte all’aumento del costo del gas avrebbe speso 49,5 miliardi, corrispondente al 2,8% del Pil.

In totale gli Stati membri dell’Ue hanno messo sul piatto misure per un valore totale di circa 280 miliardi, con solo la Germania che ha speso di più dell’Italia per il gas negli ultimi mesi.

Nel pieno della discussione politica sui prossimi provvedimenti da dover licenziare per cercare di mettere un freno al caro-bollette, che in autunno potrebbe mettere in ginocchio in Italia aziende, attività e famiglie, Palazzo Chigi ha voluto sottolineare come questa montagna di soldi finora sia stata stanziata senza fare ricorso a uno scostamento di bilancio.

Gas: lo scenario in Italia

Dopo essere stati impegnati notte e giorno per stilare le liste elettorali cercando di assicurare un posto al sole ai “prescelti” in vista delle elezioni politiche del 25 settembre, i partiti di colpo si sono accorti che il prezzo del gas ha raggiunto cifre insostenibili e che le prossime bollette potrebbero segnare il de profundis per migliaia di aziende e attività.

Carlo Calenda così ha dichiarato che servono subito 40 miliardi, 10 per le imprese e 30 per le famiglie, mentre Matteo Salvini è stato meno esoso del leader di Azione avendo parlato di “ 30 miliardi , anche a deficit”.

Mario Draghi però non sembrerebbe essere disposto a ricorrere a uno scostamento di bilancio, tanto che Palazzo Chigi ha rivendicato il mancato ricorso al deficit commentando lo studio di Bruegel, ma il governo a breve dovrebbe licenziare un nuovo decreto a sostegno delle imprese utilizzando gli ultimi 10 miliardi che sarebbero in cassa.

Di conseguenza toccherà al prossimo governo con ogni probabilità ricorrere al debito per mettere in campo misure più corpose per contrastare la crisi del gas, ma per mitigare le bollette degli italiani potrebbero servire più soldi rispetto a quelli ipotizzati da Calenda e Salvini.

Altri 60 miliardi per le bollette?

Se finora l’Italia ha speso 49,5 miliardi a causa dell’aumento del costo del gas, nei prossimi mesi la cifra totale potrebbe più che raddoppiare visti gli inevitabili interventi che il prossimo governo dovrà mettere in campo con la massima celerità.

Per Vincenzo Boccia, ex numero uno di Confindustria, in Italia “occorrono almeno 60 miliardi per alleggerire la bolletta energetica”, una stima maggiore rispetto a quella fatta dalla politica e che, inevitabilmente, andrà eventualmente stanziata tramite uno scostamento di bilancio.

Spetterà al prossimo governo stabilire quali saranno le misure da intraprendere, il tutto mentre sul fronte del tetto al prezzo del gas qualcosa sembrerebbe iniziare a muoversi anche in Europa.

Il prossimo 9 settembre il Consiglio straordinario sull’energia dovrà decidere su questo spinoso argomento: finora a opporsi a un tetto al prezzo del gas sono stati soprattutto Germania e Olanda, ma adesso l’apertura di Berlino a riguardo potrebbe far pensare a una possibile fumata bianca.

Intanto la Russia ha confermato che da domani sarà chiuso per manutenzione il gasdotto Nord Stream: il timore è che il blocco possa durare più dei tre giorni previsti da programma, ma anche se dovesse riaprire il flusso di gas verso l’Ue sarà comunque molto inferiore rispetto al passato.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.