G20, gli USA ora vogliono contenere la Cina anche in Medio-Oriente

Gabriele Iuvinale - Nicola Iuvinale

12 Settembre 2023 - 07:30

Con una strategia consapevole di Pechino volta ad approfondire i legami mediorientali, sarà ancora più difficile per gli Stati Uniti destreggiarsi tra le diverse priorità geopolitiche.

G20, gli USA ora vogliono contenere la Cina anche in Medio-Oriente

Le spedizioni dall’India all’Europa attraverso il Medio Oriente potrebbero subire un cambiamento significativo in una logica di contenimento della Belt and Road (BRI) cinese. Nel corso del vertice del G20 di Nuova Delhi, infatti, l’amministrazione statunitense ha discusso con India, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti lo sviluppo di un nuovo collegamento intermodale dall’Asia meridionale attraverso il Medio Oriente e verso l’Europa, con miliardi di dollari destinati a essere spesi in ferrovie e porti.

La proposta, almeno sulla carta, potrebbe rappresentare un’alternativa alla BRI, l’ambizioso e controverso progetto infrastrutturale globale che unisce la Cina ai Paesi di tutto il mondo, avviato dieci anni fa dal presidente cinese Xi Jinping.
Secondo un rapporto pubblicato per la prima volta da Axios, il concetto del nuovo corridoio di trasporto prevede il transito di navi tra l’India e l’Arabia Saudita, poi treni attraverso l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti, probabilmente fino alla Giordania, quindi il passaggio di navi fino alla Turchia e da lì in poi in treno. I negoziati sono in corso e si ipotizza che Israele possa essere aggiunto al corridoio di trasporto. [...]

Money

Questo articolo è riservato agli abbonati

Abbonati ora

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Sei già iscritto? Clicca qui

​ ​

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Correlato

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo