Certificati Turbo24: il funzionamento

Ufficio Studi Money.it

14 Ottobre 2019 - 09:03

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Una peculiarità dei Certificati Turbo24 è che si adattano bene anche al trading multiday. Vediamone da vicino il funzionamento

Con i Turbo24 Certificates l’investitore che ha aspettative rialziste (Turbo24 long) o ribassiste (Turbo24 short) su un certo sottostante potrà amplificare i movimenti di prezzo dell’attività stessa grazie all’effetto leva (qui le caratteristiche).

La leva finanziaria di questi prodotti è dinamica: ciò significa che varierà sulla base dell’avvicinamento o dell’allontanamento del prezzo del sottostante al livello di knok-out, ossia quel valore che, se raggiunto, porta il Certificato a scadere anticipatamente e a perdere l’intero suo valore.

In sostanza, più il prezzo del sottostante si avvicina al livello di knock-out, più la leva aumenta. Viceversa, più il prezzo del sottostante si allontana dal livello di knock-out, più la leva diminuisce.

Leggi anche —> La leva dei Certificati Turbo24: come si calcola?

Con l’acquisto l’investitore fissa la leva dei Certificati Turbo24, la quale resta ferma a quella indicata al momento dell’acquisto. Una peculiarità di questi certificati è che si adattano bene anche al trading multiday, grazie all’assenza di effetto compounding, tipico degli strumenti a leva fissa. Chiaramente, ricordiamo che a maggiori livelli di leva corrispondono maggiori livelli di rischio.

Per chiudere la posizione con un Turbo24 Certificate, a meno che il livello di knock-out non sia stato raggiunto l’investitore non dovrà far altro che inserire un ordine di vendita: il guadagno, o la perdita, sarà calcolata sottraendo al premio pagato per l’acquisto del prodotto – il prezzo del Certificato al momento della chiusura dell’operazione.

Leggi anche —> Come negoziare i Certificati Turbo24.

Certificati Turbo24: il calcolo del prezzo

Il prezzo dei Certificati Turbo24 è così calcolato:

[(Sottostante – livello di KO + Premio) * Moltiplicatore] + Spread

Per quanto concerne il moltiplicatore, questo varierà a seconda del sottostante, e sarà pari a 0,01 per gli indici azionari, a 1 per le materie prime e a 100 per le coppie valutarie. Lo spread invece cambierà a seconda delle condizioni di liquidità del mercato sottostante: sarà più alto quando questo è chiuso, più basso quando è aperto. Ricordiamo infatti che una delle caratteristiche principali dei Turbo24 Certificate è quella di essere negoziabili 24 ore su 24.

Anche il premio varia: in questo caso, più il prezzo del sottostante è vicino al livello di knock-out, minore sarà il premio e viceversa.

Certificati Turbo24: i tipi di ordine

IG ha previsto la possibilità di scegliere tra vari tipi di ordine di esecuzione degli ordini sui Certificati Turbo24, nello specifico:

  • Ordine limite Good for the day: sarà eseguito in giornata, eventuali quantità ineseguite verranno cancellate.
  • Ordine limite Execute and Eliminate: se ci dovessero essere quantità non eseguite, queste saranno cancellate immediatamente.
  • Ordine limite Good ‘till Cancelled: eventuali ordini ineseguiti verranno mantenuti fino a che non si deciderà di cancellarle.
  • Ordine a mercato Execute and Eliminate: questo tipo di ordine verrà eseguito al miglior prezzo disponibile. Nel caso in cui ci dovessero essere eventuali ineseguiti, questi verranno cancellati.

Certificati Turbo24: i costi di negoziazione e lo spread

Per i Certificati Turbo24 di IG non sono previste commissioni. Il costo che si pagherà al momento dell’acquisto sarà la massima perdita a cui si andrà incontro nel caso in cui il sottostante dovesse raggiungere il livello di knock-out.

In questo quadro si deve tenere conto degli interessi overnight: se si dovesse decidere di mantenere aperta una posizione oltre le 23:00, l’emittente del Certificato aggiusterà in alto (Turbo24 long) o in basso (Turbo24 short) il livello di knock-out.

Certificati Turbo24: il fattore dividendo

Se si decidesse di operare con un Turbo24 sugli indici, il livello di knock-out potrebbe essere influenzato dallo stacco dei dividendi. Il valore dell’indice ex-dividendo scenderà e, di conseguenza, verrà modificato il livello di knock-out.

Iscriviti alla newsletter