Fondo di garanzia mutuo prima casa 2019: pochi mesi per richiederlo

Fondo di garanzia mutuo prima casa 2019 a rischio: restano pochi mesi per richiederlo. Ecco come funziona, le regole per fare domanda e quali i requisiti dell’agevolazione per la quale la Legge di Bilancio non ha stanziato ulteriori fondi.

Fondo di garanzia mutuo prima casa 2019: pochi mesi per richiederlo

Fondo di garanzia mutuo prima casa 2019, è ancora possibile richiederlo? Le risorse stanziate per l’accesso alle agevolazioni per i giovani basteranno per accogliere ancora poche domande ed è per questo che è necessario affrettarsi.

La Legge di Bilancio 2019 non ha stanziato ulteriori risorse per garantire ai giovani di richiedere la garanzia dello Stato per la stipula del mutuo ed è per questo che è scattato l’allarme sul rischio di uno stop alle domande di accesso.

Per chi non lo sapesse, grazie al fondo operativo dal 2014 i giovani fino a 35 anni possono richiedere un mutuo anche senza garanzie personali, contando sul supporto dello Stato.

L’attivazione del fondo è possibile non soltanto per l’acquisto dell’abitazione ma anche per il credito richiesto per interventi di ristrutturazione e miglioramento dell’efficienza energetica della prima casa.

Comprare casa ma soprattutto richiedere un mutuo per la prima casa è ancora oggi difficile per molti, soprattutto per i giovani, caratterizzati da contratti di lavoro spesso a tempo determinato.

Il Fondo di garanzia per i mutui finalizzati all’acquisto della prima abitazione permette di far credito alle giovani coppie, ma anche alle famiglie in difficoltà e copre il 50% delle somme richieste per aprire il mutuo.

Proprio per via dell’importante possibilità concessa ai più giovani e alle persone con difficoltà economica e contratti di lavoro atipico, la notizia della possible interruzione nel 2019 ha causato non poche polemiche.

Secondo i dati riportati dal Sole24Ore e comunicati dalla Consap, soltanto a dicembre sono state presentate oltre 5.100 richieste di accesso che non è detto saranno accettate. Nonostante sia in fase di erogazione l’ultima tranche di risorse, è possibile che sarà possibile accogliere soltanto le domande presentate fino a marzo o aprile.

Proprio per via della possibile imminente chiusura dell’agevolazione, è bene affrettarsi nel caso in cui si volesse accedere al fondo per la stipula del mutuo. Vediamo di seguito come fare per richiederlo, chi può accedervi e tutte le agevolazioni previste.

Fondo di garanzia prima casa: cos’è e come funziona

Il Fondo di garanzia dello Stato per i giovani che intendono richiedere un mutuo per l’acquisto della prima casa è stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2014.

La finalità dell’agevolazione è chiara e consente anche ai giovani, alle coppie che hanno contratti di lavoro a termine o alle famiglie in difficoltà di avere le garanzie necessarie per l’accesso al credito da parte delle banche.

Nello specifico, il Fondo viene attivato per coloro che desiderino richiedere un mutuo per comprare casa per il quale la banca (come ben sappiamo) richiede specifiche garanzie di pagamento.

In mancanza di garanzie economiche rilevanti e della possibilità di richiedere una fideiussione a terzi, ci si può avvalere della garanzia del fondo statale sul 50% della quota capitale del mutuo ipotecario.

Il limite dell’importo del mutuo è di 250 mila euro e deve essere relativo all’acquisto di immobili non di lusso da adibire a prima casa. Può essere utilizzato anche per l’acquisto della prima casa con interventi di ristrutturazione e per l’efficienza energetica.

Fondo di garanzia prima casa 2019: chi può richiederlo?

Il Fondo di garanzia sul mutuo per comprare la prima casa può essere richiesto nel rispetto di determinati requisiti.

Per poter accedere al fondo di garanzia per l’apertura del mutuo prima casa, per l’acquisto e il miglioramento delle prestazioni energetiche della casa di abitazione non bisogna risultare, alla data di presentazione della domanda di mutuo, proprietario di altri immobili idonei all’uso abitativo, esclusi quelli acquistati per successione e in uso a titolo gratuito.

Inoltre, l’immobile dovrà essere situato sul territorio nazionale e non deve rientrare nelle categorie di case di lusso (categorie catastali A1, A8, A9).

I beneficiari del Fondo ovvero coloro che possono accedere all’agevolazione per la richiesta del mutuo sulla prima casa sono:

  • giovani coppie: sposate o conviventi ma in cui almeno uno dei due componenti abbia un’età inferiore ai 35 anni;
  • nuclei familiari con un solo genitore: non coniugato, separato, divorziato o vedovo con almeno un figlio minorenne a carico;
  • lavoratori under 35 atipici;
  • inquilini che vivono in alloggi di proprietà degli Istituti Autonomi Case Popolari.

Come fare per richiederlo

Per poter accedere al Fondo di garanzia nel 2019 per l’acquisto della prima casa è necessario presentare domanda direttamente alla Banca o all’Intermediario finanziario.

La banca presso cui si richiede l’apertura del mutuo ipotecario deve essere tra quelle aderenti all’iniziativa del Governo. L’elenco degli istituti di credito che aderiscono all’iniziativa può essere reperito sul sito dell’ABI.

Per presentare domanda bisogna compilare la modulistica che potete scaricare di seguito.

Fondo garanzia mutuo prima casa
Scarica il modulo domanda clienti per la richiesta del mutuo prima casa e l’accesso al fondo d garanzia dello Stato

L’elenco delle banche aderenti all’iniziativa è in continuo aggiornamento e, nel caso di nuova adesione, bisognerà attendere il termine di 30 giorni lavorativi dalla data di adesione della banca per poter presentare la richiesta e la documentazione.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Fondo di garanzia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.