Borsa Italiana: balzo di Fiera Milano grazie a un emendamento al Decreto Crescita

Francesca Caiazzo

4 Giugno 2019 - 13:33

condividi

La presentazione di un emendamento al Decreto Crescita sul credito di imposta spinge il titolo di Fiera Milano in Borsa.

Mattinata decisamente positiva in Borsa per Fiera Milano. Il titolo della società leader in Italia nella gestione e nella organizzazione di manifestazione fieristiche e congressi sta scambiando ben oltre la parità.

Al momento della scrittura le azioni di Fiera Milano viaggiano infatti a 4,15 euro in rialzo del 6,02%.

A spingere l’entusiasmante performance ci sono le notizie che giungono da Roma: è in arrivo un emendamento al Decreto Crescita che estende il credito di imposta anche alle società fieristiche che operano in Italia.

Fiera Milano balza in Borsa

La performance sui mercati di stamani di Fiera Milano si deve soprattutto alla notizia della presentazione di nuovi emendamenti al DL Crescita che potrebbero favorire le attività della società.

Il pacchetto di correttivi è stato presentato ieri dalla maggioranza di governo alle Commissioni Finanze e Bilancio della Camera e riguarda diversi settori, tra cui anche le società fieristiche.

In particolare, un emendamento propone di estendere un credito di imposta per le società che partecipano a manifestazioni fieristiche in Italia e non solo dunque per quelle che operano all’estero come inizialmente previsto.

La possibilità di poter beneficiare della misura ha dato una spinta a Fiera Milano in Borsa che negli ultimi 12 mesi ha guadagnato l’87%.

I risultati finanziari del primo trimestre 2019

Poco meno di un mese fa, il Consiglio di amministrazione di Fiera Milano ha approvato i risultati finanziari del primo trimestre 2019. Dati, che va ricordato, hanno risentito dell’adozione del nuovo principio contabile IFRS 16 Leasing che definisce un unico modello di rilevazione dei contratti di leasing.

Al 31 marzo scorso, dunque, i ricavi della società si sono fermati a 71 milioni di euro, in calo rispetto ai 77,3 milioni dello stesso periodo dell’anno prima. Una flessione che sarebbe dovuta a un diverso calendario fieristico 2018. Cresce l’Ebitda, passando da 19,7 milioni a 29,0 milioni di euro.

“Al netto dell’effetto derivante dall’applicazione del principio contabile IFRS 16, pari a 12,1 milioni di euro, la variazione tiene conto del positivo andamento della performance commerciale che ha in prevalenza compensato gli effetti del calendario fieristico meno favorevole del trimestre”

si legge nella nota stampa della società.

Cala l’Ebit che si attesta a 17,5 milioni di euro rispetto a 18,2 milioni del primo trimestre 2018.

I profitti prima delle imposte ammontano invece a 14,1 milioni di euro rispetto a 18,1 milioni del primo trimestre 2018.

Fiera Milano ha infine confermato il target sull’Ebitda 2019, atteso tra 84-88 milioni di euro.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.