Esenzione IMU da indicare in dichiarazione: chiarimenti dal MEF per le partite IVA

Rosaria Imparato

8 Giugno 2021 - 11:33

condividi

IMU 2021, l’esenzione spettante lo scorso anno per i decreti emergenziali va indicata nella dichiarazione, da presentare entro la scadenza del 30 giugno. I chiarimenti per le partite IVA si trovano nelle FAQ del MEF dell’8 giugno.

Esenzione IMU da indicare in dichiarazione: chiarimenti dal MEF per le partite IVA

L’esenzione dal pagamento dell’imposta unica municipale deve essere indicata nella dichiarazione IMU, in scadenza il prossimo 30 giugno.

Un’altra scadenza che i titolari di partita IVA devono aggiungere al fitto calendario di appuntamenti fiscali di questo mese. I chiarimenti in merito all’esenzione IMU sono stati pubblicati dal MEF tramite FAQ l’8 giugno 2021: scendiamo nel dettaglio e vediamo le istruzioni per la compilazione della dichiarazione IMU.

IMU 2021, esenzione da indicare in dichiarazione: istruzioni e chiarimenti dal MEF

I soggetti titolari di partita IVA che nel 2020 sono stati esonerati dal pagamento dell’IMU per effetto dei decreti emergenziali devono presentare la dichiarazione IMU.

La scadenza per presentare la dichiarazione IMU, ricordano le FAQ del MEF, è il 30 giugno.

Come compilare la dichiarazione? È lo stesso Ministero dell’Economia a fornire le istruzioni: va barrata la casella “Esenzione”.

A stabilire chi e in quali casi va presentata la dichiarazione IMU è stata la Legge di Bilancio 2020, all’articolo 1 comma 769. La dichiarazione IMU va presentata:

  • ogniqualvolta si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell’imposta dovuta;
  • in tutti i casi in cui il Comune non è a conoscenza delle informazioni utili per verificare il corretto adempimento dell’imposta, come nel caso delle esenzioni dovute alla situazione emergenziale.

Dichiarazione IMU 2021: quando non va presentata?

Quando invece l’esenzione viene meno, non c’è bisogno di presentare la dichiarazione IMU. Le agevolazioni IMU, continua il MEF, sono legate all’emergenza sanitaria, e le disposizioni al riguardo sono temporanee per espressa disposizione di legge.

Inoltre, la durata delle agevolazioni è ben nota ai Comuni.

Questo discorso non si applica però agli enti non commerciali, per i quali invece la legge di bilancio 2020 prevede all’articolo 1, comma 759, lettera g), che l’obbligo di presentare la dichiarazione IMU ogni anno.

Dichiarazione IMU per l’anno di imposta 2020 - scadenza 30 giugno - versamento prima rata
Clicca qui per scaricare le FAQ del MEF pubblicate l’8 giugno.

Argomenti

# IMU

Iscriviti a Money.it