Spread Italia sotto pressione dopo ultimi rumor: il grafico della settimana

Luca Fiore

10 Aprile 2021 - 09:00

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Spread Italia di nuovo sopra quota 100 punti base dopo le indiscrezioni sulla possibilità che il governo italiano vari un nuovo scostamento di bilancio che potrebbe arrivare a 40 miliardi di euro.

Spread Italia sotto pressione dopo ultimi rumor: il grafico della settimana

Spread Italia-Germania sotto pressione dopo le indiscrezioni sulla possibilità che l’esecutivo italiano approvi un nuovo scostamento di bilancio che potrebbe arrivare a 40 miliardi di euro.

L’indiscrezione, riportata ieri da Bloomberg News, ha fatto immediatamente schizzare al rialzo il rendimento del decennale italiano e di conseguenza lo spread con i titoli emessi dal Tesoro tedesco.

Spread Italia di nuovo sopra 100 punti base: il grafico

In un contesto in cui il titolo decennale USA è tornato a salire verso l’1,7% a causa della crescita decisamente maggiore delle stime messa a segno dai prezzi alla produzione USA a marzo (qui la notizia), il titolo italiano con scadenza 2031 sul mercato secondario si è trovato a fare i conti anche con i rumor su un pesante scostamento di bilancio.

Con l’obiettivo di sostenere l’andamento dell’economia, il governo Draghi sta pensando ad uno sforamento che potrebbe arrivare a 40 miliardi di euro.

Ovviamente, la necessità di racimolare ingenti risorse ha spinto al rialzo il premio che il mercato chiede per prestare denaro al nostro Tesoro: ieri il rendimento del nostro titolo a 10 anni sul mercato secondario si è spinto fino allo 0,7555%, sui massimi da oltre un mese.

Nonostante il contemporaneo rialzo del rendimento dei decennale tedesco, il famigerato spread Btp-Bund è tornato a livelli che non si vedevano dall’11 marzo a 103 punti base.

A dispetto dello shopping della BCE (che non potrà continuare in eterno), la risalita dei rendimenti della carta italiana è direttamente collegata con le spese già sostenute e con quelle da sostenere a causa del Covid: finora sono stati sborsati oltre 130 miliardi di euro spingendo il debito al 155,6 per cento del Pil .

Il pacchetto di misure approvato la scorsa settimana era stato di 32 miliardi di euro e Draghi ieri ha fatto sapere che il nuovo provvedimento sarà maggiore del precedente.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.