Dichiarazione IVA 2020, scadenza il 30 giugno: modello e istruzioni

Scadenza il 30 giugno per la dichiarazione IVA 2020: dopo la proroga, si avvicina il termine ultimo di trasmissione. Di seguito il modello e le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

Dichiarazione IVA 2020, scadenza il 30 giugno: modello e istruzioni

Dichiarazione IVA 2020, scadenza il 30 giugno per l’invio della dichiarazione annuale.

Dopo la proroga introdotta per il periodo di emergenza da Covid-19, è ormai agli sgoccioli il tempo a disposizione per l’invio della dichiarazione IVA 2020.

La scadenza del 30 giugno, che coincide con quella per trasmettere le Lipe e l’esterometro, è anche quella per correggere eventuali errori nel modello IVA già trasmesso all’Agenzia delle Entrate, mediante l’invio di una nuova dichiarazione sostitutiva della precedente.

L’invio della dichiarazione IVA è partito lo scorso 1° febbraio e, a regime, la scadenza è il 30 aprile. Un termine dilatato nel 2020, a causa della chiusura di molte attività.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello definitivo, con le relative istruzioni, per la presentazione della dichiarazione annuale il 15 gennaio e, a distanza di due settimane, sono state rese note le specifiche tecniche per la trasmissione.

Considerando la scadenza imminente, è bene riepilogare le novità e, tra queste, è la trasmissione delle Lipe del quarto trimestre con il modello IVA 2020 quella più rilevante.

A partire dall’anno d’imposta 2019, è possibile inviare l’ultima comunicazione delle liquidazioni trimestrali con la dichiarazione annuale, rispettando la scadenza di febbraio.

Nel modello di dichiarazione IVA, pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 15 gennaio 2020, è stato inserito un rigo specifico per l’invio delle Lipe: i dati dovranno essere indicati nel quadro VP, utilizzabile esclusivamente nel caso di trasmissione entro la fine del mese di febbraio.

Debutta nel modello IVA 2020 anche la casella dedicata ai contribuenti beneficiari dell’esonero dall’apposizione del visto di conformità, in quanto titolari di un punteggio ISA pari almeno ad 8.

Dichiarazione IVA 2020: modello, istruzioni e specifiche tecniche dell’Agenzia delle Entrate

Il provvedimento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 15 gennaio 2020 ha fornito ai titolari di partita IVA la modulistica definitiva da utilizzare per la dichiarazione annuale.

Oltre al modello di dichiarazione IVA 2020 ordinario, viene fornita la dichiarazione base, versione semplificata che può essere utilizzata in specifici fattispecie (ad esempio, dai titolari di partita IVA che non hanno effettuato operazioni con l’estero).

Modello dichiarazione IVA 2020
Scarica il modello definitivo pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 15 gennaio 2020
Modello dichiarazione IVA base 2020
Scarica il modello per la dichiarazione annuale semplificata

Per ambedue i modelli, da utilizzare per la dichiarazione annuale relativa al 2019, sono fornite le istruzioni per la compilazione e l’invio telematico, con una panoramica dettagliata delle novità introdotte.

Nel frontespizio del modello Iva 2020 entra la nuova casella per i contribuenti esonerati dall’apposizione del visto di conformità in quanto titolari di un punteggio di affidabilità fiscale ISA pari o superiore ad 8.

Tra le novità vi è il nuovo Quadro VP, riservato ai contribuenti che intendono avvalersi della facoltà prevista dall’articolo 21-bis del decreto-legge n. 78 del 2010, e successive modificazioni, di comunicare con la dichiarazione annuale i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche relative al quarto trimestre.

Di nuova istituzione anche il Quadro VQ, previsto per consentire ai contribuenti interessati di determinare il credito maturato a seguito di versamenti di IVA periodica non spontanei relativi a comunicazioni d’irregolarità (art. 54 bis) o notifica di cartelle di pagamento riguardanti le comunicazioni delle liquidazioni periodiche (articolo 21 bis del decreto legge n. 78/2010).

Il rigo VL12 presente nella sezione 2 dovrà essere utilizzato per l’indicazione del credito maturato a seguito di versamenti di IVA periodica non spontanei.

In allegato le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate:

Istruzioni dichiarazione IVA 2020
Scarica le istruzioni complete per la compilazione e l’invio telematico della dichiarazione annuale
Istruzioni dichiarazione IVA base 2020
Scarica le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per la dichiarazione semplificata

Con il successivo provvedimento pubblicato il 31 gennaio 2020 sono state rese note le specifiche tecniche per l’invio telematico, accanto ai software di compilazione e controllo del modello IVA e del modello IVA base.

Dichiarazione IVA 2020 - specifiche tecniche
Specifiche tecniche per la trasmissione telematica del Modello IVA 2020 e del Modello IVA BASE 2020

Scadenza dichiarazione IVA il 30 giugno 2020, dopo la proroga causata dal coronavirus

Manca ormai poco alla scadenza post-proroga della dichiarazione IVA 2020, fissata al 30 giugno.

Saranno considerate valide le dichiarazioni presentate entro 90 giorni dalla scadenza, salvo l’applicazione delle sanzioni previste per legge. Oltre tale termine la dichiarazione si considera omessa, ma costituisce comunque titolo per la riscossione dell’imposta che risulta dovuta.

Si ricorda che ai fini della comunicazione in dichiarazione IVA delle liquidazioni periodiche del quarto trimestre, la trasmissione del modello all’Agenzia delle Entrate doveva avvenire entro il mese di febbraio, indicando i dati delle LIPE all’interno del quadro VP.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO