Detrazioni Irpef 2022: le novità per dipendenti, autonomi e pensionati

Rosaria Imparato

17/12/2021

27/12/2021 - 13:06

condividi

Detrazioni IRPEF 2022: quali novità in Legge di Bilancio per lavoratori autonomi, dipendenti e pensionati? Vediamo lo schema per il calcolo riportato nell’emendamento alla manovra.

Detrazioni Irpef 2022: le novità per dipendenti, autonomi e pensionati

Detrazioni IRPEF 2022: come cambiano per dipendenti, autonomi e pensionati considerando le novità introdotte dalla Legge di Bilancio? Il Governo ha presentato un emendamento al Senato al testo della manovra comprendente tutto il pacchetto Fisco. Tra le misure più importanti il posto d’onore spetta al taglio dell’IRPEF, che passerà da cinque a quattro aliquote (e scaglioni).

L’emendamento quindi ridisegna l’intero meccanismo di bonus e detrazioni, facendo in modo che il passaggio a un’imposta con quattro aliquote non danneggi nessuna categoria. Il problema di questa riforma fiscale infatti risiede nel fatto che, almeno nella struttura inizialmente proposta, il maggior vantaggio economico era per le classi medio/alte, con redditi da 40.000 euro in su.

Per non penalizzare i redditi bassi (che poi sono la maggioranza in Italia) è stata introdotta una clausola di salvaguardia. Vediamo come funzioneranno le detrazioni IRPEF 2022 per tutte le categorie di contribuenti: lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati.

Detrazioni IRPEF 2022 per lavoratori dipendenti

Partiamo da come cambia l’IRPEF con il passaggio da cinque a quattro aliquote per avere più chiara la situazione. La nuova imposta sul reddito delle persone fisiche verrà così strutturata:

SCAGLIONI IRPEF 2022 REDDITOALIQUOTE IRPEF 2022
1° scaglione fino a 15mila euro 23%
2° scaglione da 15.000 a 28.000 euro 25%
3° scaglione da 28.000 a 50mila euro 35%
4° scaglione oltre i 50mila euro 43%

A cambiare, oltre alle aliquote, è la modalità di calcolo delle detrazioni. Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, l’emendamento alla Legge di Bilancio 2022 interviene seguendo questo schema:

Redditi (euro)Importo della detrazione (euro)
fino a 15.000 1.880 (non inferiore a 690. Per i lavoratori a tempo indeterminato non inferiore a 1.380)
oltre 15.000 fino a 28.000 1.910+1.190*
(28.000-reddito)/(28.000-15.000)
da 28.000 a 50.000 1.910*[50.000-reddito)/(50.000-28.000)
oltre 50.000 0

Un particolare vantaggio andrà nelle tasche dei contribuenti con reddito da 25.000 a 35.000 euro, con un importo della detrazione maggiorato di 65 euro.

Partite IVA e lavoro autonomo: le novità sulle detrazioni IRPEF 2022

La relazione illustrativa dell’emendamento alla Legge di Bilancio 2022 si sofferma anche sullo schema delle detrazioni per i redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente ed altri redditi, quelli del TUIR (articolo 13 comma 5 lettere a) e b)):

Redditi (euro)Importo della detrazione (euro)
fino a 5.500 1.265
oltre 5.500 fino a 28.000 500+(1.265-500)*
(28.000-reddito)/(28.000-5.500)
da 28.000 a 50.000 500*[50.000-reddito)/(50.000-28.000)
oltre 50.000 0

L’importo della detrazione spettante viene incrementato di 50 euro nella fascia di reddito tra gli 11.000 e i 17.000 euro.

Le novità sulle detrazioni IRPEF 2022 per i redditi da pensione

Arriviamo, infine, al nuovo schema di detrazione per i redditi da pensione (individuati dall’articolo 13 comma 3 lettere a) e b) del TUIR). Il nuovo metodo di calcolo delle detrazioni IRPEF spettanti segue lo schema che ritroviamo in tabella:

Redditi (euro)Importo della detrazione (euro)
fino a 8.500 1.955 (non inferiore a 713)
oltre 8.500 fino a 28.000 700+(1.955-700)*
(28.000-reddito)/(28.000-8.500)
da 28.000 a 50.000 700*[50.000-reddito)/(50.000-28.000)
oltre 50.000 0

Anche in quest’ultimo caso si verifica un incremento dell’importo della detrazione di 50 euro per la fascia di reddito tra i 25.000 e i 29.000 euro.

Iscriviti a Money.it