Dentista sociale: cos’è, requisiti e come usufruire degli sconti

Anna Maria D’Andrea

18 Dicembre 2018 - 17:14

condividi

Dentista sociale: cos’è e come funziona l’agevolazione che permette di fruire degli sconti sulle cure odontoiatriche? Ecco i requisiti, limiti di reddito ISEE e prestazioni previste.

Dentista sociale: cos'è, requisiti e come usufruire degli sconti

Il dentista sociale è un’agevolazione ancora poco nota che consente di beneficiare di sconti sulle cure odontoiatriche. Si tratta di una misura che esiste ormai da quasi 10 anni e alla quale possono accedere i contribuenti con redditi bassi.

Le cure dentistiche hanno costi elevati che spesso chi è in condizioni economiche disagiate non può permettersi. Proprio per questi cittadini è stato introdotto e pensato il dentista sociale, con sconti sulle tariffe applicate per determinate prestazioni di odontoiatria.

A spiegare come funziona e chi può accedervi è l’accordo firmato tra il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e le associazioni ANDI (Associazione Nazionale dei dentisti Italiani) e OCI (Odontoiatri Cattolici Italiani).

Gli studi che hanno aderito al progetto sono spinti dal bisogno di fare qualcosa di socialmente utile, l’adesione è infatti libera e revocabile in qualsiasi momento. Grazie a questo accordo i cittadini che hanno particolari urgenze potranno ottenere in tempi brevi cure e protesi dentali che non avrebbero potuto permettersi altrimenti a prezzi più bassi e con sconti importanti.

Vediamo di seguito come funziona e chi ha diritto al dentista sociale, i requisiti previsti e come accedere agli sconti sulle cure odontoiatriche.

Dentista sociale: requisiti e limiti ISEE per gli sconti sulle cure odontoiatriche

La possibilità di accedere agli sconti sulle cure dentistiche odontoiatriche è rivolta a coloro che rispettano alcuni requisiti, non solo di reddito. Quello che normalmente viene chiamato dentista sociale altro non è un tariffario a prezzi ridotti applicato soltanto da alcuni studi odontoiatrici.

Tutte le regole in merito sono contenute nel sito dell’ANDI dove, tra le prime cose, è riepilogato chi può beneficiare dell’agevolazione.

I requisiti previsti sono i seguenti:

  • ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore ad 8.000 euro;
  • esenzione dal pagamento del ticket sanitario per ragione di età, per patologie croniche che le rendono invalide o inabili al lavoro con un ISEE superiore a 10.000 euro;
  • possesso della Social Card;
  • essere in stato di gravidanza. In tal caso lo sconto è applicato senza vincoli di reddito, per l’accesso a servizi di insegnamento dell’igiene orale, visita odontoiatrica ed ablazione del tartaro.

Dentista sociale: quali cure dentistiche danno diritto allo sconto

L’Accordo siglato nel 2009 stabilisce alcune specifiche cure odontoiatriche che danno diritto allo sconto.

Il dentista sociale consente di accedere a prezzi ridotti alle seguenti prestazioni:

  • insegnamento della corretta pratica dell’igiene orale, visita odontoiatrica ed ablazione del tartaro al costo di 80 euro;
  • otturazione di molari e premolari al costo di 25 euro per ogni dente;
  • estrazione del dente malato non più curabile al costo di 60 euro;
  • protesi parziale al costo di 550 euro;
  • protesi totale al costo di 800 euro.

Come si accede alle cure e quali sono gli studi dentistici convenzionati?

Per poter usufruire delle agevolazioni sarà sufficiente presentare al dentista il documento che attesta la propria situazione economica, la Social Card o lo stato di gravidanza e compilare un modulo che verrà fornito dallo studio dentistico.

È possibile inoltre consultare l’elenco delle strutture italiane convenzionate al seguente link.

Per ulteriori informazioni: numero verde 800.911.202

Argomenti

# ISEE

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO