Decreto Semplificazioni in Gazzetta Ufficiale: tutte le misure

Claudia Cervi

22/06/2022

22/06/2022 - 13:07

condividi

Proroghe delle prossime scadenze fiscali, modifiche alla disciplina dell’esterometro e del monitoraggio fiscale e tante altre semplificazioni per professionisti e imprese. Tutte le misure.

Decreto Semplificazioni in Gazzetta Ufficiale: tutte le misure

Approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 15 giugno, il decreto Semplificazioni n. 73/2022 è ora in Gazzetta Ufficiale. Vediamo una sintesi di tutte le misure.

Per semplicità, abbiamo raggruppato le disposizioni del provvedimento in tre macro-gruppi:

  1. proroghe delle scadenze;
  2. semplificazioni fiscali;
  3. altre misure.
Decreto Semplificazioni
Legge 73/2022

Decreto Semplificazioni: tutte le proroghe

Il decreto Semplificazioni ha rimodulato il calendario delle scadenze.

Lipe

La comunicazione delle liquidazioni periodiche Iva (Lipe) del secondo trimestre deve essere effettuata entro il 30 settembre di ciascun anno e non più entro il 16 settembre.

Invio elenchi Intrasat

I soggetti obbligati all’invio degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari (Intrasat) avranno qualche giorno in più per rispettare l’adempimento: i dati si dovranno comunicare entro la fine del mese successivo, invece che entro il 25 del mese successivo.

Imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Dal 1° gennaio 2023 la soglia per il rinvio del versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche viene aumentata da 250 euro a 5.000 euro.

  1. il bollo potrà essere versato entro la scadenza del secondo trimestre (30 settembre) se l’ammontare dell’imposta da versare nel primo trimestre non è superiore a 5.000 euro;
  2. il bollo potrà essere versato entro la scadenza del secondo trimestre (30 novembre) se l’importo complessivo dell’imposta relativo al primo e secondo trimestre è inferiore a 5.000 euro.

Modelli dichiarativi dell’Agenzia delle Entrate

Viene concesso più tempo all’Agenzia delle Entrate per approvare i modelli dichiarativi Irap, 770 e 730.

  1. i provvedimenti amministrativi che approvano i modelli di dichiarazione dei redditi e di dichiarazione Irap dovranno essere pubblicati entro la fine del mese di febbraio (dal 31 gennaio previsto dall’art. 1, comma 1, dpr n. 322/1998);
  2. i provvedimenti di approvazione dei modelli 770 e 730 dovranno essere pubblicati entro la fine del mese di febbraio (dal 15 febbraio previsto dall’art. 1, comma 1, dpr n. 322/1998);
  3. i modelli di dichiarazione, le istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati devono essere pubblicati entro la fine del mese di febbraio (dal 15 febbraio previsto dall’art. 2, comma 3-bis, dpr n. 322/1998).

Dichiarazione Imu

Il termine per l’invio della dichiarazione Imu relativa all’anno di imposta 2021 slitta al 31 dicembre 2022 (in luogo del 30 giugno), lasciando più tempo al Mef per la pubblicazione del nuovo modello dichiarativo.

Imposta di soggiorno 2020-2021

Prorogato il termine per l’invio della dichiarazione dell’imposta di soggiorno per gli anni 2020 e 2021, che slitta al 30 settembre dal 30 giugno 2022.

Reverse charge esteso al 31 dicembre 2026

Il periodo di applicazione del meccanismo di inversione contabile «reverse charge» viene esteso al 31 dicembre 2026 (dal 30 giugno 2022).

Aiuti Covid

Prorogato al 30 giugno 2023 (dal 31 dicembre 2022) il termine ultimo per la registrazione degli aiuti Covid nel Registro Nazionale degli aiuti di Stato (Rna).
Questa disposizione dovrebbe portare alla proroga del termine per la presentazione dell’autodichiarazione aiuti di Stato in scadenza il 30 giugno, ma per la conferma sarà necessario un provvedimento attuativo.

Le semplificazioni fiscali del provvedimento

Il decreto Semplificazioni intende facilitare la burocrazia per imprese e professionisti introducendo delle modifiche ad alcune discipline.

Esterometro

Le operazioni di importo non superiore a 5.000 euro relative ad acquisti di beni e servizi non rilevanti territorialmente ai fini Iva in Italia, quindi le operazioni con l’estero, sono escluse dall’esterometro. Con l’abrogazione dell’istituto a partire dal 1° luglio, le operazioni oltre tale importo andranno trasmesse telematicamente tramite il Sistema di Interscambio

Monitoraggio fiscale

Viene abbassato il limite per la comunicazione delle operazioni effettuate da privati, enti non commerciali e società semplici da e verso l’estero (monitoraggio fiscale), che scende a 5.000 euro dai precedenti 15.000 euro, modificando l’art. 1 del dl n. 167/1990.

Base imponibile Irap

A decorrere dal periodo d’imposta 2021, per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, viene modificato il calcolo della base imponibile Irap. Secondo la nuova disposizione, il costo complessivo per il personale dipendente con contratto a tempo indeterminato può essere dedotto.

Il costo relativo al personale stagionale impiegato per almeno 120 giorni per 2 periodi d’imposta può essere dedotto nei limiti del 70%.

Semplificazione dei controlli sulla dichiarazione precompilata dal 2023

I controlli formali sulle dichiarazioni precompilate relative al periodo d’imposta 2022 (modello 730/2023) vengono ridotti con riferimento ai dati relativi agli oneri forniti dai soggetti terzi.

Scelta della destinazione dell’8, 5 e 2 per mille

A partire dal periodo d’imposta 2022, viene dematerializzata la scheda per la scelta della destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille nel caso di 730 presentato tramite sostituto d’imposta.

Rimborsi fiscali agli eredi

Più snella la procedura per l’erogazione dei rimborsi fiscali agli eredi indicati nella dichiarazione di successione. Servirà un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate per definire le istruzioni per trasmettere l’eventuale rinuncia al rimborso.

Decreto Semplificazioni: altre misure

Certificazione crediti di imposta R&S

L’art. 23 del decreto introduce una certificazione preventiva dei crediti di imposta ricerca e sviluppo (legge n.160/2019) che attesti la qualificazione degli investimenti effettuati o da effettuare ai fini della loro classificazione nelle attività ammissibili al beneficio.

Addizionali comunali Irpef

La delibera di adeguamento delle addizionali Irpef deve essere approvata dai Comuni entro il 31 luglio 2022, differendo il termine dal 31 marzo.

Autodichiarazione bonus 200 per dipendenti pubblici

L’art. 36 del provvedimento esonera i dipendenti pubblici dall’invio dell’autodichiarazione per l’erogazione del bonus 200 euro introdotto dal decreto Aiuti.

Assegno unico per famiglie con figli disabili

Oltre ad ampliare la platea dei beneficiari dell’assegno includendo anche i nuclei familiari orfanili, il decreto introduce una maggiorazione dell’assegno, limitatamente al 2022, per le famiglie con figli con disabilità. Di fatto i figli con disabilità di età compresa tra i 18 e 21 anni vengono parificati ai figli minori nella determinazione dell’importo base.

Fondo per il benessere dei minorenni e per il contrasto alla povertà educativa

L’art. 39 istituisce un Fondo da 58 milioni di euro per il 2022 per favorire il benessere dei minorenni e per il contrasto della povertà educativa: i soldi verranno erogati ai comuni per iniziative da realizzare entro il secondo semestre 2022.

Tempi di immatricolazione auto acquistata con incentivo statale

Sale a 270 giorni il tempo massimo per la consegna dei veicoli non inquinanti comprati con gli incentivi statali.

Vaglia cambiario

Viene abrogato il vaglia cambiario, con modifiche al Regio Decreto n.1736/1933

Iscriviti a Money.it