Venezuela: un altro passo verso il baratro

Il Venezuela è sempre più vicino al collasso: la situazione economica continua a peggiorare mentre circa 30 milioni di persone assistono impotenti al declino di Caracas.

Venezuela: un altro passo verso il baratro

Il Venezuela continua ad avanzare verso il baratro.

A pesare sulla già terribile situazione economica del Paese continua ad essere il petrolio, dapprima fonte di sostentamento di Caracas e ora materia prima quasi del tutto inutile.

Il Paese di Maduro possiede più oro nero di qualsiasi altro Stato al mondo e questo perché siede sulle più ampie riserve di petrolio dell’intero pianeta. Il greggio è sempre stato l’unica vera fonte di sostentamento per Caracas, ma il crollo dei prezzi osservato negli ultimi anni, accompagnato da corruzione, cattiva gestione e crisi economica, hanno gettato il Venezuela nel caos.

Il denaro non basta più

Nonostante la grande disponibilità di petrolio, la produzione del Venezuela sta scemando ogni giorno di più: nel solo mese di dicembre l’output è crollato fino ad arrivare a toccare uno dei minimi registrati negli ultimi 30 anni.

Stando a quanto riportato da S&P Global Platts, Caracas ha prodotto 1,7 milioni di barili al giorno ed è tornata ai minimi del 2002, anno in cui un fallito colpo di stato ha interrotto l’attività della compagnia petrolifera nazionale, la PDVSA.

Rispetto al 2014, anno in cui la crisi del Venezuela è esplosa, la produzione è crollata del 27%. Sono 30 milioni i cittadini che continuano a lottare per la sopravvivenza sperando in un imminente miglioramento della situazione.

Il governo, dal canto suo, sta tentando di utilizzare gli introiti derivanti dall’export di petrolio per pagare medicinali e beni di prima necessità ma il denaro non basta più: i cittadini perdono peso, la mortalità infantile continua a salire e la situazione appare sempre più drammatica, esasperata da un aumento esponenziale dei prezzi e dal definitivo crollo del Bolivar.

Il dicembre del Venezuela si è chiuso con un aumento dei prezzi dell’85%. Questo significa che l’inflazione portata a casa da Caracas nel 2017 è stata del 2.616%.

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Venezuela

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

1 mese fa

Il Venezuela crea una sua versione del Bitcoin

Il Venezuela crea una sua versione del Bitcoin

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

1 mese fa

Crisi Venezuela: i creditori si stanno organizzando

Crisi Venezuela: i creditori si stanno organizzando

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

2 mesi fa

Venezuela: il default “scompare” con l’aiutino di Putin

Venezuela: il default “scompare” con l'aiutino di Putin

Commenta

Condividi