Criptovalute, previsioni 2020: gli elementi da monitorare

Le previsioni 2020 sulle criptovalute hanno puntato ad alcuni trend specifici da non sottovalutare

Criptovalute, previsioni 2020: gli elementi da monitorare

Criptovalute: le previsioni 2020 sul comparto hanno fatto irruzione sul mercato a pochi giorni dalla fine del 2019.

All’inizio dell’anno le monete virtuali hanno scambiato in preda a una sostanziale immobilità. Con l’arrivo dell’estate però le cose sono cambiate e l’intero settore (trascinato soprattutto dal Bitcoin) ha finalmente ingranato la marcia.

A fine luglio, nello specifico, la capitalizzazione complessiva del comparto ha toccato i suoi massimi 2019 senza però riuscire a rispolverare i livelli di fine 2017 e inizio 2018. Molte le domande sorte sul futuro andamento del settore. Altrettante le previsioni 2020 sulle criptovalute che, negli ultimi anni, hanno tenuto con il fiato sospeso.

LEGGI ANCHE: Bitcoin, previsioni 2020: dove arriverà la quotazione?

Criptovalute, previsioni 2020: gli elementi da monitorare

Diversi elementi saranno in grado di influenzare nell’uno e nell’altro senso il comparto del denaro digitale nel corso dei prossimi mesi. Quelli citati, però, saranno soltanto alcuni dei più importanti.

1. L’halving

Nel mese di maggio 2020 prenderà il via l’evento più atteso dal mercato intero: l’halving sul Bitcoin. Il processo dimezzerà la ricompensa riconosciuta ai miner da 12,5 a 6,25 BTC.

Nel 2012 questa stessa operazione ha permesso alla quotazione di decollare da 10 a 100 dollari, mentre durante l’halving del 2016 i prezzi sono raddoppiati intorno a quota $800 nel giro di pochissimo tempo.

Le previsioni 2020 sul comparto criptovalute hanno parlato chiaro: per i più ottimisti l’halving lascerà osservare un nuovo balzo della criptovaluta che si trascinerà dietro il resto delle sue colleghe.

Per i più scettici invece non accadrà niente di tutto questo. A loro detta, man mano che il mining di BTC diverrà meno lucrativo (vista la ricompensa dimezzata) la domanda inizierà a scendere e così anche i prezzi.

2. L’arrivo di Libra

Il 2020 dovrebbe essere anche l’anno dell’ormai nota criptovaluta di Facebook che farà irruzione sul mercato non prima dell’estate e, ovviamente, soltanto dopo aver ricevuto tutte le approvazioni necessarie.

A seconda del suo successo, Libra potrebbe rappresentare un vero e proprio punto di svolta aprendo le porte a un’adozione generalizzata delle monete digitali.

3. Il consolidamento del mercato

Alcune previsioni 2020 sulle criptovalute hanno puntato il dito contro le condizioni generali del comparto.

Nel corso del 2019 il numero di monete digitali è aumentato di altre 2.300 unità, secondo i dati di CoinMarketCap. Soltanto un terzo di esse però è riuscito a toccare la soglia dei $100.000 al giorno (di volume). A ciò si aggiunga anche che numerose criptovalute valgono soltanto qualche centesimo.

Il risultato? Nonostante oggi ci siano molte più monete virtuali in circolazione, l’ammontare totale di capitale si è appiattito nel corso dell’anno. Il mercato ha iniziato a focalizzarsi soltanto sulle criptovalute più importanti cosa che ha lasciato sperare in un imminente consolidamento.

3. Il progressivo interesse delle autorità

Negli ultimi anni, soprattutto con il boom di fine 2017, l’interesse globale nei confronti delle criptovalute è letteralmente esploso. La domanda di asset virtuali è aumentata e le autorità di tutto il mondo non hanno potuto fare altro che prenderne atto.

La regolamentazione però ha sempre rappresentato un tema piuttosto spinoso. Nei prossimi mesi qualsiasi novità in tal senso sarà monitorata con attenzione.

Le previsioni 2020 sulle criptovalute, dunque, dovranno tener conto di tutti questi elementi.

Argomenti:

Valute virtuali

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories