COVID-19: mascherina obbligatoria anche all’aperto e in discoteca. Ecco dove

COVID-19: per evitare i contagi in Italia la mascherina diventa obbligatoria anche all’aperto e in discoteca già dal 13 agosto. Vediamo dove nel dettaglio.

COVID-19: mascherina obbligatoria anche all'aperto e in discoteca. Ecco dove

La paura del COVID-19 non se n’è mai andata e ora la mascherina torna obbligatoria in discoteca e anche all’aperto nel nostro Paese.

A emanare l’ordinanza che ha efficacia dal 13 agosto è la Regione Puglia nella persona del governatore Michele Emiliano.

L’ordinanza è la numero 336 e arriva dopo le disposizioni sulla quarantena obbligatoria per chi rientra da Malta, Grecia e Spagna.

Ora la mascherina è ufficialmente obbligatoria su tutto il territorio della Regione Puglia in discoteca e all’aperto laddove il distanziamento non può essere assicurato. Il presidente Emiliano lo ha anche annunciato su Facebook con un lungo post.

Le disposizioni seguono la stretta del governo e del ministro Speranza sui rientri dall’estero con l’aumento dei contagi preoccupante nel nostro Paese.

COVID-19: mascherina obbligatoria all’aperto

A causa del COVID-19 la mascherina diventa obbligatoria anche all’aperto e in discoteca, sebbene l’attività di queste ultime non si svolga in luoghi chiusi.

Lo prevede l’ordinanza della Regione Puglia che non tollererà più il mancato uso della mascherina, lavabile o monouso che sia, nei casi in cui il distanziamento fisico non possa essere assicurato.

L’ordinanza in vigore dal 13 agosto, proprio a ridosso del weekend di Ferragosto, stabilisce che:

“Con decorrenza dal 13 agosto, è fatto obbligo sull’intero territorio regionale di usare protezioni delle vie respiratorie (mascherine) in tutti i luoghi all’aperto in cui, a causa di particolari situazioni, anche collegate al maggiore afflusso di persone e turisti, non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno un metro. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.”

Continua l’ordinanza:

“A tal fine possono essere utilizzate mascherine di comunità, mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso.”

Già l’ordinanza dell’11 agosto ha imposto la quarantena per chi rientra in Puglia da Malta, Spagna e Grecia dopo il caso dei turisti salentini.

Costoro verranno sottoposti a tampone non prima di 72 ore dal rientro. Solo in caso di esito negativo chi è sottoposto a quarantena fiduciaria, che dura solitamente 14 giorni, può sospenderla. Questo ovviamente può avvenire non solo con l’esito negativo del tampone, ma anche se non si tratta di contatti stretti o confermati e non sia presente sintomatologia da COVID-19.

Mascherina obbligatoria in discoteca

La mascherina per prevenire il contagio da COVID-19 diventa ora obbligatoria dal 13 agosto anche in tutte le discoteche della regione Puglia, laddove l’attività di queste è consentita comunque solo all’aperto.

La suddetta ordinanza n.366 della Regione stabilisce pertanto che sempre con decorrenza da oggi giovedì 13 agosto:

“Gli utenti di discoteche, sale da ballo e locali assimilati hanno l’obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie (mascherine con le caratteristiche di cui all’art.1 co.2) sempre, anche all’aperto, laddove non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza di 2 metri sulla pista da ballo e di 1 metro nelle altre zone dei locali.”

Le mascherine obbligatorie possono essere sia auto-prodotte sia quelle acquistabili, mentre i proprietari di locali e quindi anche i gestori delle discoteche sono obbligati a rilevare la temperatura e impedire l’accesso a coloro che l’avranno superiore a 37,5°.

Gli stessi esercenti secondo l’ordinanza devono predisporre “una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità, sia mediante l’ausilio di apposita segnaletica e cartellonistica e/o sistemi audio-video, sia ricorrendo a eventuale personale addetto, incaricato di monitorare e promuovere il rispetto delle misure di prevenzione.”

Pertanto per i turisti e i residenti in Puglia, per tutti coloro che decideranno di trascorrere le vacanze di Ferragosto in regione, l’obbligo di mascherina ci sarà sempre e ovunque al fine di evitare una seconda ondata di COVID-19 cui il governo sembra si stia già preparando.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories